Xbox in perdita malgrado il Game Pass: colpa di alcuni giochi

Che sta succedendo dentro Microsoft? Perché Xbox non macina più milioni? A quanto pare la colpa sarebbe da attribuire ai giochi di terze parti.

Xbox in perdita malgrado il Game Pass: colpa di alcuni giochi
Xbox in perdita malgrado il Game Pass: colpa di alcuni giochi (foto: Microsoft)

L’aspetto positivo del quarto che si è chiuso a fine giugno è che le iscrizioni al Game Pass e i titoli sviluppati internamente dagli studi Microsoft stanno andando bene. In linea generale però i ricavi dei contenuti e i servizi legati alla console stanno leggermente puntando verso il basso.

L’estate è, a prescindere, un momento un po’ lento per l’industria. Se fate caso, per esempio, la maggior parte dei giochi grandi tende ad uscire a settembre o comunque più vicino alla fine dell’anno quando, almeno nell’emisfero nord, comincia ad arrivare il freddo e le persone sono più invogliate a stare a casa e, perché no, a comprare un videogioco.

Microsoft: i giochi terze parti Xbox fanno un passo indietro

Xbox in perdita malgrado il Game Pass: colpa di alcuni giochi
Xbox in perdita malgrado il Game Pass: colpa di alcuni giochi (foto: Microsoft)

Anche andando a guardare il documento pubblicato direttamente sul sito di Microsoft, il titolo per quello che riguarda i guadagni del q4 del 2021 sono trascinati dal Cloud di Microsoft. In generale la società è comunque in una fase di incremento ma in questo generale incremento si trovano due dati che sono invece in discesa: i guadagni derivanti dai contenuti e dai servizi Xbox, meno 4% , e i guadagni derivati da Surface che sono scesi invece del 20%.

Ciononostante c’è stato un +11% dei guadagni derivanti dal settore del Gaming grazie all’effetto trainante nel 2020 della Xbox serie X/S. Con la nuova console c’è stato un aumento del 172% nei guadagni derivanti dall’hardware.

Quello che secondo Microsoft è il problema sono i titoli di terze parti che, rispetto a quello che è stato visto nel 2020, non hanno trainato i guadagni. La spiegazione che Microsoft dà per queste performance un po’ a ribasso è proprio il covid-19. Stare più tempo a casa ha portato ad acquisti maggiori, quindi anche ad acquisti maggiori di giochi prodotti per Microsoft e Xbox da terze parti.

Leggi anche —> Panico su Twitch, forze speciali irrompono in live: “Ma che ca**o!” – VIDEO

Leggi anche  —> TRIGGERED – XDefiant non dovrebbe avere Tom Clancy nel nome

In realtà, dovremmo guardare i numeri del quarto quarto tenendo proprio presente che il 2020 è stato l’anno della pandemia e qualunque cosa successa nel 2020 va inserita in questa prospettiva. Anche perché in buona sostanza, se è vero che i titoli di terze parti non stanno lavorando bene come l’anno scorso, è pur vero che eravamo di fronte a performance fuori scala.