Alla scoperta del Basenji, il “cane dei cespugli” che non abbaia

Scopriamo insieme una razza canina poco conosciuta in Italia: il Basenji, o anche noto come il “cane dei cespugli”.

Basenji curiosità
Un’immagine per questa razza canina (fonte: YouTube).

Da secoli fedeli compagni dell’uomo, ormai i cani sono considerati parte integrante delle famiglie, trattati come veri e propri figli dai padroni, coccolati e spesso viziati. Tantissime sono le razze presenti nelle famiglie italiane, ognuna con particolari caratteristiche, sia fisiche che comportamentali; molto spesso, sono proprio quest’ultime a dettare la scelta dei padroni, anche in base ai componenti della famiglia.

Un cane certamente poco noto e poco diffuso nel nostro paese è il Basenji, una particolare razza d’origine africana il cui nome, in lingua bantu, significa proprio “indigeno”. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche di questo meraviglioso animale!

Leggi anche –> Amazon Music Unlimited Family gratis: come attivare la promozione

Alla scoperta del Basenji, il “cane dei cespugli”

Basenji curiosità
Un esemplare comodamente…in appartamento! (fonte: YouTube).

L’esistenza di questa razza è attestata fin dall’Antico Egitto, con raffigurazioni dell’animale su graffiti egizi; ritenuto estinto, fu poi riscoperto dagli inglesi nella loro colonizzazione delle regioni intorno agli attuali Congo e Sudan durante la metà del XIX secolo.

Questa particolare razza canina veniva utilizzata dalle varie tribù per la caccia; alcuni esemplari accompagnavano gli uomini agevolandoli particolarmente, vista la grande velocità e furtività, insieme ad un’eccellente dote visiva. Queste qualità lo hanno portato ad essere utilizzato anche come guida nelle foreste, o come “allarme” per la presenza di eventuali animali feroci.

Leggi anche –> Final Fantasy VII Remake Intergrade si mostra in un trailer esteso – VIDEO

Quanto all’aspetto fisico, caratteristiche della razza sono le orecchie erette e la coda arricciata, che donano all’animale bellezza ed eleganza; il pelo è corto e solitamente di un colore rossiccio tendente al marrone. L’altezza, a seconda del sesso, può variare dai 41 cm ai 43 cm, così come il peso, che va dai 9,5 kg agli 11 kg; particolare è il ciclo riproduttivo di questa razza, che dà alla luce cuccioli solamente una volta all’anno e rende quindi ancora più rari rispetto al solito i suoi esemplari.

Caratteristico è inoltre la sua espressione vocale: non abbaia tradizionalmente come gli altri cani (tranne quando è in calore), ma emette latrati e ululati che ricordano il caratteristico yodel tirolese!

LINK UTILI

La console Sony (fonte: YouTube).