Battlefield 2042 sta bannando gli utenti ancora prima di uscire

Un vero scandalo per Battlefield 2042, ecco perché hanno deciso di bannare i player della Closed Beta.

Battlefield 2042 Closed Beta
Sei sopravvissuto alla Closed Beta di Battlefield 2042? (Fonte dell’immagine: sito ufficiale Playstation Store)

Battlefield 2042 è un nuovo sparatutto in prima persona in arrivo il 15 ottobre 2021 per Pc, PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X/S e Xbox One sviluppato da Dice. Questo incredibile Fps è stato creato dal team di sviluppo più grande che si sia mai visto per un gioco della serie Battlefield. Infatti è stato necessario addirittura sospendere lo sviluppo del prossimo Need For Speed per aiutare nello sviluppo del gioco.

A differenza dei suoi predecessori non ha una modalità storia, poiché il team ha voluto usare tutte le proprie risorse sul multiplayer. Il gioco sarà dotato di enormi mappe per contenere la grande mole di giocatori in contemporanea, che saranno 128 a differenza dei 64 di Battlefield 5. Le mappe sono state attentamente studiate dagli sviluppatori, in modo da non essere dispersive e creare grandi battaglie concentrate in alcuni punti del territorio.

Battlefield 2042: cos’è successo nella Closed Beta e cosa li ha spinti a bannare i giocatori?

Mecha
L’ondata di ban travolge i leaker! (Fonte dell’immagine: sito ufficiale EA)

Battlefield 2042 fa ancora parlare di sé grazie alla nuova Closed Beta, durata dal 12 al 15 agosto, creando un grande trambusto nella community di questo attesissimo gioco. Per partecipare a questo test tecnico era necessaria l’iscrizione EA Playtesting, quindi purtroppo non è stata accessibile a tutti. Questa è stata un’ottima occasione per sperimentare le nuove dinamiche, capire la potenzialità, i limiti del gioco ed esplorare le mappe di questo enorme Fps multiplayer.

A quanto pare però, non è andato tutto per il verso giusto. Infatti stando alle diverse indiscrezioni trapelate online, molti utenti non hanno rispettato l’accordo NDA, quindi tradendo la fiducia di EA e infrangendo le condizioni d’uso.

Per chi non lo sapesse la sigla NDA sta per: Accordo di non divulgazione. Prima di partecipare alla Closed Beta, gli invitati hanno dovuto accettare le condizioni imposte dalle EA. Tra queste c’era il divieto totale di condividere video, immagini e dati del nuovo Battlefield online e sui social. Purtroppo però molti utenti hanno deciso di postare su YouTube i propri gameplay e fare dirette streaming per ottenere visualizzazioni facili.

Il community manager di EA Studios, Adam Freeman ha dichiarato che essendo la Closed Beta su invito, la EA sa benissimo chi e quando ha pubblicato online i dettagli del gioco. Inoltre ha sottolineato che i trasgressori non solo saranno bannati dalla beta futura ma che potrebbero addirittura perdere l’accesso al vero e proprio gioco.

LEGGI ANCHE: Battlefield 2042, l’orgine del conflitto: lacrime e sangue – VIDEO

LEGGI ANCHE: CoD Warzone, 50mila ban e nuove regole contro hacker

Anche se sono stati bannati già molti giocatori, i video su internet si moltiplicano, e sembra che i guai non siano ancora finiti per il nuovo Battlefield 2042.

Impostazioni privacy