Call of Duty esclusiva Xbox, c’è una data per l’addio a Playstation

Quanto ancora i giocatori PlayStation potranno godere dei capitoli di Call of Duty? Una domanda che comincia a emergere soprattutto ora che da Twitter arrivano alcune voci piuttosto circostanziate.

Nel momento in cui Activision Blizzard è entrata nella grande famiglia Xbox, anche se sappiamo che ufficialmente l’accordo si chiuderà solo a gennaio dell’anno prossimo, tutti si sono guardati intorno per capire quale sarebbe stato il futuro dei giochi multipiattaforma.

Call of Duty esclusiva Xbox, c'è una data per l'addio a Playstation
Call of Duty esclusiva Xbox, c’è una data per l’addio a Playstation (foto: Activision)

E ovviamente la maggior parte delle preoccupazioni sono state calamitate da Call of Duty. Sul social dell’uccellino azzurro la discussione si è riacceso dopo le considerazioni fatte dal noto giornalista e insider Tom Henderson.

Sony e il possibile addio a Call of Duty

Il commento di Tom Henderson su Twitter riguardo il possibile futuro di Call of Duty sulle console Sony è scaturito in realtà all’interno di un’altra discussione. Un altro utente infatti, parlando di rumor fasulli, ha menzionato quello riguardo Modern Warfare 2 come gioco disponibile sul Game Pass all’uscita. Al che il giornalista ha replicato che l’accordo che Activision Blizzard ha stretto con Sony dovrebbe durare almeno fino al 2025 o 2026 e comprendere altri 3 giochi.

Call of Duty esclusiva Xbox, c'è una data per l'addio a Playstation
Call of Duty esclusiva Xbox, c’è una data per l’addio a Playstation (foto: Twitter)

Da subito, nel momento stesso in cui era stata annunciata l’acquisizione del gigantesco publisher, da parte di Microsoft e Xbox è arrivata la rassicurazione a tutti che la società avrebbe rispettato tutti gli accordi presi in precedenza dai vari developer e dai publisher. Tra questi accordi da rispettare ci sono ovviamente quelli di distribuzione dei videogiochi su altre piattaforme.

Nel suo messaggio, Henderson però sottolinea che l’accordo ovviamente dipenderà anche dalla tempistica con cui Modern Warfare 2, Warzone 2 e quello che lui definisce il gioco prodotto da Treyarch saranno distribuiti. Se uno di questi tre giochi, che sono quelli che il giornalista è convinto rientrino ancora nell’accordo con Sony, dovesse slittare è chiaro che sarebbero comunque multipiattaforma. Qualcuno, tra i commenti, fa notare poi che trasformare quella macchina da soldi di Call of Duty in una esclusiva Xbox, magari mettendola solo sul Game Pass, sarebbe non proprio una mossa geniale dal punto di vista economico per Xbox.

In parte è un ragionamento condivisibile ma, basta spostare un po’ la prospettiva per trovare invece una ottima giustificazione per trasformare i Call of Duty in un altro gioiello della corona di Spencer: se Call of Duty diventa effettivamente esclusiva Xbox e non è più quindi disponibile su PlayStation, questo significa che per giocare a Call of Duty sarà necessario quantomeno pagare l’abbonamento al Game Pass se non direttamente comprare la console Xbox. Visto il modello di business che la società di Phil Spencer sembra perseguire ci sembra una ipotesi non del tutto da scartare.