Catalogo Netflix di aprile, arriva film sui videogiochi – VIDEO

Su Netflix per il mese di aprile è previsto in catalogo l’arrivo di un horror che vi farà guardare almeno per un po’ con sospetto tutti i vostri videogiochi preferiti.

Sulla grande piattaforma di streaming continuano ad arrivare contenuti ispirati in qualche modo al mondo dei videogame. Oltre alle serie che sono trasposizioni dirette dei prodotti più apprezzati ci sono poi anche titoli che riflettono sui videogiochi come mezzo.

Catalogo Netflix di aprile, arriva film sui videogiochi - VIDEO
Catalogo Netflix di aprile, arriva film sui videogiochi – VIDEO (foto: youtube)

E poi c’è chi ha deciso di ritirare fuori alcune idee dei film degli Anni ’80 e ’90 in cui protagonisti ignari e un po’ sprovveduti, giovani nerd incapaci di parlare alle ragazze, compiono imprese straordinarie o si trovano in guai seri proprio per avere seguito una stringa di codice di troppo. Sulla falsariga di questi film si innesta la storia dell’ horror Choose Or Die, con protagonista Asa Butterfield (e i suoi occhi impossibilmente azzurri) e Iola Evans.

Choose or Die, per Netflix le scelte vanno oltre il soulslike

La trama di Choose or Die che all’inizio in realtà si sarebbe chiamato CURS>R, come il gioco maledetto che è al centro di tutta la vicenda, sembra veramente uscita dagli Anni ’80. Asa Butterfield interpreta infatti Isaac, un giovane programmatore che insieme all’amica Kayla (Iola Evans) si ritrova per caso a per le mani un gioco text based, CURS>R per l’appunto, in cui c’è la possibilità di vincere un premio sostanzioso se si riesce ad arrivare in fondo al gioco. Quello che però comincia come un tuffo nel passato si trasforma in una specie di Jumanji con le scelte dei protagonisti che a mano a mano si riflettono in maniera sempre più drammatica sulla realtà circostante.

Catalogo Netflix di aprile, arriva film sui videogiochi - VIDEO
Catalogo Netflix di aprile, arriva film sui videogiochi – VIDEO (foto: youtube)

Infatti, nel momento in cui Isaac e Kayla iniziano a giocare, esattamente come in Jumanji (ma quello bello con Robin Williams non i rifacimenti tarocchi), il mondo intorno a loro inizia ad essere influenzato da ciò che appare sullo schermo. Ovviamente rispetto al cult degli Anni ’90, Choose or Die è più violento, meno user-friendly e decisamente più splatter. Non siamo di fronte a un gioco per bambini.

Le scelte cui due protagonisti devono andare incontro in tempi brevissimi incalzati da quello che vedono materializzarsi a caratteri verdi su fondo nero sono in realtà tutte o quasi scelte dall’output violente. Per alcuni aspetti, oltre a rimandare alla nostalgia per i giochi che si caricavano su cassetta, questo prodotto Netflix segue un filone ben più crudo. Non a caso, tra i prodotti simili sulla pagina della piattaforma di streaming vengono suggeriti titoli come L’alba dei Morti Viventi, Non Dormire Nel Bosco Stanotte, e poi Hannibal e Red Dragon.