COD Warzone cheater, forse la causa dell’addio di molti streamer

Che su COD Warzone si assista a tanti cheater è ormai noto, ma qualche cosa sta cambiando. Purtroppo non in meglio, gli streamer dicono addio 

È in arrivo il primo anniversario di COD Warzone. Il Battle Royale targato Activision e Infinity Ward si trova a dover affrontare una nuova battaglia. Sarebbe a dire l’abbandono causato da molti cheater. È in atto una guerra aperta e parte tutto da alcuni noti streamer e YouTuber.

Warzone dunque è sotto attaccato. È una protesta di massa iniziata da un video di Drift0r. Il famoso YouTuber non è soddisfatto della situazione attuale nel gioco, affermando che sia in continuo peggioramento proprio a causa dei cheater.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Destruction AllStars acquisti, sono previste microtransazioni

COD Warzone streamer stanchi dei troppi cheater

COD Warzone
COD Warzone (screenshot YouTube)

Drift0r è molto noto all’interno della community di Call of Duty. Infatti la sua carriera di contest creator è incentrata soprattutto sul franchise di Activision. Proprio per questo motivo, è per essere appunto esperto in questo ambito, anche lui come molti è pronto ad abbandonare Warzone causa cheater. Nonostante il gioco con il tempio abbia presentato diverse problematiche, tra cui il problema con le armi di Black Ops, il fattore più grave è un altro. Tutta la community è d’accordo con il fatto che sia negativa la presenza dei troppi cheater.

I giocatori che abusano di cheat hanno vantaggi attraverso l’uso di trucchi. Anche alcuni streamer li hanno utilizzati, ma son stati smascherati proprio in diretta. Nonostante Activision e Infinity Ward abbiano bannato già una moltitudine di utenti, il fenomeno dei cheater va sempre più a diffondersi. Lo streamer Drift0r denuncia proprio il fatto che gli sviluppatori non abbiano utilizzato un sistema anti cheat realmente efficace.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Resident Evil anniversary, nuove serie TV e film per la serie che ha fatto la storia – VIDEO

È in un video risalente al 26 gennaio che lo streamer denuncia il fatto. Egli si dichiara scontento per la situazione in atto. Sebbene sia un gioco molto amato, i presupposti per poter continuare a essere giocato stanno venendo a mancare. Gli utenti della community hanno accolto la protesta e si dicono pronti ad abbandonare Warzone se non ci saranno miglioramenti presto.

LINK UTILI

Ps5 con lettore
Ps5 con lettore (screenshot YouTube)