Ecco a cosa Konami sta lavorando invece di Silent Hill e MGS

Tutti i fan di Konami nel corso soprattutto degli ultimi mesi si sono chiesti a che cosa la società stesse lavorando visto che non arrivano notizie né di un prossimo Metal Gear né tantomeno di qualcosa di abbinabile a Silent Hill. Probabilmente la risposta non vi piacerà.

I grandi team di sviluppo così come i piccoli hanno una propria road map in base non solo a quelli che possono essere i loro desideri interni ma anche in base a quello che viene percepito come necessario per tirare avanti.

Ecco a cosa Konami sta lavorando invece di Silent Hill e MGS
Ecco a cosa Konami sta lavorando invece di Silent Hill e MGS (foto Videogiochi.com)

Da una società come Konami ci si aspetterebbe che ci si concentrasse sui grandi videogiochi che hanno reso questo nome famoso nel mondo ma, stando proprio a un post sul blog ufficiale della società giapponese, i piani sono di tutt’altro tipo.

Konami lavora su Silent Hill? Neanche per idea

La prima domanda, e ce la siamo posta più come giocatori e giocatrici che non come addetti ai lavori, è: perché? Perché farsi del male rincorrendo le sirene che da più parti sono già state bollate come estremamente pericolose degli NFT invece di tornare a parlare con i giocatori? Perché di questo a quanto pare vuole occuparsi il gigante giapponese che ci ha regalato il mondo oscuro di Solid Snake e che ha aiutato a scrivere la storia del survival horror con Silent Hill.

Ecco a cosa Konami sta lavorando invece di Silent Hill e MGS
Ecco a cosa Konami sta lavorando invece di Silent Hill e MGS (foto: Youtube)

Un gigante che adesso si sta facendo prendere la mano dal web versione 3, dal metaverso e proprio dai non fungible token. Il nostro punto di vista sugli NFT lo abbiamo chiarito più volte ma vale la pena ribadire di come si tratti di oggetti digitali che in realtà hanno, e avranno, più che qualche impatto positivo sull’economia mondiale un impatto estremamente negativo sull’ambiente dato che si tratta di oggetti che per essere creati, mantenuti, gestiti hanno bisogno di quantità immonde di energia e risorse ambientali.

Eppure, da qualche parte qualcuno sta ancora lavorando a slent Hill almeno. Le ultime informazioni, frutto di un leak pubblicato su Twitter, davano diversi progetti ambientati in questo oscuro universo e tanti fan avevano ricominciato ad avere fiducia nel team di sviluppo giapponese. Anche perché, e vale la pena ricordare anche questo, nel momento in cui su Twitter furono distribuite quelle informazioni il messaggio venne rapidamente fatto sparire su richiesta di chi deteneva il copyright. Un segnale interpretato da molti come indicazione che c’era del vero. Alla cancellazione rapida del messaggio si era poi unita una mezza conferma anche da parte di Jeff Grubb, che aveva sottolineato come fossero le informazioni che anche lui aveva sentito. C’è dunque da sperare che davvero la volontà di espandersi nel mondo del metaverso sia solo uno dei molti progetti portati avanti da Konami e che il developer torni a ciò che sa fare meglio.