Il creatore di Evangelion Hideaki Anno spinto al suicidio dai fan

Il creatore di Evangelion Hideaki Anno ha confessato, in una recente intervista, di aver pensato al suicidio dopo i commenti di alcuni fan.

evangelion suicidio
Un’immagine per la saga (fonte: YouTube).

Ogni appassionato di anime che si rispetti ha visto Neon Genesis Evangelion, serie televisiva anime creata da Hideaki Anno e considerata tra le più influenti del settore; la sua simbologia biblica e mitica, nonché la grande profondità e complessità psicologica dei personaggi, la rendono tanto difficile quanto epocale e dall’alto valore artistico.

Anche un capolavoro però ha qualcuno che muove critiche, e la serie di Anno ha generato nel corso degli anni anche una solida base di haters, che non si sono lesinati in aspri giudizi; in una recente intervista, il creatore ha rivelato di essere stato profondamente colpito da queste critiche.

Leggi anche –> Obi-Wan Kenobi annuncia il cast: una nuova serie di Star Wars su Disney+

Evangelion, Hideaki Anno ha pensato al suicidio dopo le critiche dei fan

evangelion suicidio
Anno in un’intervista (fonte: YouTube).

Recentemente (via Kotaku), il programma  Professional: Shigoto no Ryuugi (Professional: The Way of Work) ha mostrato il lavoro dietro alle quinte effettuato per la realizzazione  dell’ultimo film di Evangelion, Evangelion: 3.0+1.0: Thrice Upon A Time, con un reportage che raccoglie materiale di quattro anni passati ad osservare da vicino l’autore.

Il programma ha mostrato tutte le difficoltà incontrate durante la produzione, che hanno portato ad un ritardo consistente nell’uscita del film; Anno ha dichiarato più volte di aver concluso con quest’ultimo lungometraggio il suo lavoro con la saga, che però potrebbe continuare (anche se è poco probabile) anche senza il suo creatore.

Anno si è messo a nudo col programma, rivelando come abbia letto, negli anni d’esordio della serie, commenti poco felici su Internet di alcuni fan che discutevano su possibili modi in cui ucciderlo; commenti che hanno fatto malissimo all’autore, che ha confessato di aver combattuto per anni contro la depressione (da cui deriva la sensibilità mostrata nella serie per alcuni tratti psicologici) e di aver pensato al suicidio proprio a causa di questi commenti.

Leggi anche –> American Gods cancellata da Starz: il finale ci sarà comunque?

A frenarlo (fortunatamente) dal gettarsi dal tetto dello studio, la paura di morire di morte violenta; l’autore ci ha tenuto a sottolineare come le parole possano avere delle volte un peso inimmaginabile anche, e soprattutto, per chi le pronuncia.

LINK UTILI