Dr Disrespect denuncia Twitch dopo il ban: “Gli faremo il c**o!”

A quanto pare Dr Disrespect, assurto agli onori della cronaca videoludica quando è stato bannato da Twitch, conosce il motivo della sua espulsione dalla popolare piattaforma di streaming.

Dr Disrespect denuncia Twitch dopo il ban: "Gli faremo il c**o!"
Dr Disrespect denuncia Twitch dopo il ban: “Gli faremo il c**o!” (foto: youtube)

Beato a lui, ci verrebbe da rispondere, dato che al momento è l’unico a sapere il motivo per cui Twitch, circa un anno fa, gli ha notificato lo sfratto digitale. Il popolare Streamer ha quindi di recente affidato a un video l’annuncio, nel più puro stile Dr Disrespect , di essere pronto a fare causa alla piattaforma proprio per il motivo per cui è stato bandito.

Da parte della piattaforma, infatti, non è arrivata nessuna spiegazione. Le parole del popolare e controverso Streamer potrebbero essere semplicemente una delle sue uscite roboanti ma inutili oppure stavolta potrebbe esserci qualcosa di sostanzioso dietro.

Dr Disrespect versus Twitch, dalle parole ai fatti?

Dr Disrespect denuncia Twitch dopo il ban: "Gli faremo il c**o!"
Dr Disrespect denuncia Twitch dopo il ban: “Gli faremo il c**o!” (foto: youtube)

Ripercorriamo rapidamente quello che è successo l’anno scorso. L’annuncio che Twitch aveva bandito Dr Disrespect dalla sua piattaforma, di fatto segandogli le gambe dato che il suo lavoro è fare stream e intrattenere giocando ai videogiochi, era arrivato come notizia tramite Twitter.

Senza troppe spiegazioni questo era il messaggio che la piattaforma aveva affidato al social: “Come nostra consuetudine, intraprendiamo azioni appropriate quando abbiamo prove che uno Streamer si è comportato in violazione delle nostre Community Guidelines oppure dei termini di servizio. Questo si applica a tutti gli Streamer a prescindere dal loro status o dalla loro importanza nella community”.

Qualcuno aveva pensato che potesse trattarsi di problemi di DMCA per la musica usata ma poco dopo la diffusione del bando a Dr Disrespect era arrivata anche la smentita che si trattasse di una questione di questo tipo. Dato che il messaggio diffuso da Twitch non dava indicazioni temporali qualcuno si era chiesto se il ban avrebbe avuto un termine. Anche per questo aspetto poco dopo era arrivata la conferma che in realtà il ban era permanente. In pratica Twitch aveva preso a calci e sbattuto fuori Dr Disrespect a tempo indeterminato.

E il ban era arrivato in realtà a distanza di neanche 3 mesi da quando, marzo 2020, il popolare Streamer aveva firmato in diretta in pratica un contratto proprio con la piattaforma. Da quel momento, della questione non se ne era saputo più nulla. Tra le possibili motivazioni del ban, qualcuno aveva ritirato fuori la storia delle corna che lo Streamer aveva pubblicamente ammesso di aver messo alla moglie, che non l’ha lasciato tra l’altro.

Qualcuno ancora ha mormorato che probabilmente deve essere uscito fuori qualcosa di ascrivibile ad una qualche forma di reato. Adesso il popolare Streamer ha preso la parola annunciando che, mentre cerca di navigare i livelli altissimi di ansia, vuole fare causa a Twitch per il ban.

Leggi anche -> Grande novità in arrivo per Zelda: Breath of The Wild

Leggi anche -> 10 milioni di giocatori cambiano i piani di Splitgate

Trattandosi di Dr Disrespect potrebbe essere vero oppure trattarsi semplicemente di una qualche mossa pubblicitaria per tornare tra i trend di Twitter. Scopriremo mai se si tratta dell’ennesimo boato inutile o se c’è qualcosa di vero?