Esercito rifiuta i videogiocatori: “Hanno le ossa fragili!”

A quanto pare l’esercito americano non ha bisogno dei videogiocatori della generazione “Nintendo”, perché hanno ossa troppo fragili per gli addestramenti.

Giocare ai videogiochi è un’attività che tutti i giocatori fanno per motivi diversi, c’è chi lo fa per rilassarsi, chi per sfogare lo stress e chi invece solo per passare il tempo. Purtroppo però, dietro l’argomento videogiochi esiste una grande disinformazione, che circola da tempo immemore su social, programmi Tv e addirittura su alcuni telegiornali. Capita spesso di sentire che i giochi rendono violenti, asociali o addirittura nevrotici, comportamenti che trovano cause in altre dinamiche, che però non si vedono per poi andare ad aggredire il tema videogiochi.

esercito americano
A quanto pare Warzone non è considerata un’esperienza sul curriculum. (Fonte: foto di Pexels su Pixabay)

A quanto pare però, secondo l’esercito americano, giocare ai videogiochi rende deboli, perché farebbe venire le ossa fragili. Cosa si nasconde dietro quest’affermazione e quanto questa può essere vera? Con la guerra Ucraina, molti giovani hanno deciso di arruolarsi, ma con l’enorme tensione nell’aria, i Tg hanno postato in video di un videogioco  al posto delle immagini reali.

Generazione Nintendo: esercito americano rifiuta i giocatori

A differenza di molti anni fa, la vita per le persone è cambiata radicalmente, visto che sono aumentate anche le attività che possono essere svolte da casa. Una volta infatti i ragazzi erano più predisposti ad uscire, giocare all’aperto e fare attività fisica, cosa che comunque si è in qualche modo ridotta col passare del tempo. Questo però è diverso per un altrgo tipo di giochi che sta nascendo, che vi pagano per i passi che fate durante il giorno.

Leggi anche -> Terribile videogioco horror sta per diventare sito di incontri per single

esercito americano
A quanto pare i videogiocatori non sono degli ottimi soldati. (Fonte: foto di Defence-Imagery su Pixabay)

Queste sono solo alcune delle affermazioni di Jon-Marc Thibodeu, un coordinatore del Fort Leonard Wood, un’istallazione di addestramento dell’esercito americano situato nel Missouri. A quanto pare, gli infortuni dei giovani aspiranti soldati sono molto più alti del passato, cosa che il coordinatore ha individuato come sintomo dei videogiochi.

Jon-Marc Thibodeu sostiene che i giovani sono molto meno attivi fisicamente in confronto al passato. Non solo per via della tecnologia come smartphone e Tv, ma anche proprio per le console e i videogiochi. Questa affermazione è stata fortemente criticata da molti utenti del web. Questo perchè la forma fisica non dipende dal giocare o no ai videogiochi, ma dallo stile di vita delle singole persone.

Leggi anche -> Guai per Elden Ring, hacker veterani lo craccano in pochi minuti

Il post del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti quindi invita i giocatori che vogliono arruolarsi ad allenarsi fisicamente già prima della domanda. In questo modo si potrebbero evitare lesioni derivate dai duri allenamenti obbligatori svolti nell’addestramento.