Famoso videogioco censurato, ecco cosa non si può fare più

Quando un videogioco viene pubblicizzato e distribuito come libero e aperto cos’è che lo porta poi ad essere censurato?

Famoso videogioco censurato, ecco cosa non si può fare più
Famoso videogioco censurato, ecco cosa non si può fare più (foto: Florian Olivo Unsplash)

Dovremmo chiederlo al team di sviluppo di Roblox che con un nuovo aggiornamento del TOS ha proibito una serie di comportamenti e atteggiamenti. E non stiamo parlando di squartamenti o esposizione di teste su picche ma di qualcosa che in realtà sa veramente di un passo indietro.

I TOS, i Terms Of Service , sono in pratica le regole del gioco per quello che riguarda il comportamento dei giocatori che, in una piattaforma creativa come Roblox, vanno sicuramente in qualche modo organizzati. Ma le nuove aggiunte hanno lasciato tanti a bocca aperta.

Roblox, il videogioco censurato scatena i fan sui social

Famoso videogioco censurato, ecco cosa non si può fare più
Famoso videogioco censurato, ecco cosa non si può fare più (foto: Twitter)

Qualche giorno fa vi avevamo parlato di Roblox come la piattaforma su cui stavano impazzando giochi ispirati alla famosa serie in onda su Netflix di origine coreana Squid Game. E oggi torniamo a parlare di questo videogioco che è in realtà una gigantesca sandbox in cui è possibile costruire i propri videogame ma non per un’aggiunta positiva.

Nei nuovi termini di servizio, o TOS, sono stati inseriti dei comportamenti che i giocatori e i personaggi da loro creati non possono avere. Nello specifico: “Contenuti che perseguono o mostrino relazioni romantiche”. Vi ricordiamo che stiamo parlando di un gioco in cui i pupazzetti che è possibile utilizzare assomigliano decisamente a quelli della LEGO e quindi le manifestazioni pubbliche di affetto che possono elargirsi vicendevolmente sono chiaramente limitate.

Eppure, a quanto pare, adesso su Roblox sono proibiti: “animazioni che riguardano baci, tenersi per mano, o altri gesti romantici in un contesto romantico; esperienze che mostrino eventi romantici, compresi matrimoni, appuntamenti e luna di miele”. Oltre ad aver praticamente vietato anche il tenersi per mano, quando invece paradossalmente parliamo spesso di videogiochi in cui i personaggi si comportano come persone reali in contesti reali, nei termini di servizio è stato aggiunto anche un paragrafo che riguarda l’utilizzo della proprietà intellettuale altrui per cui si ribadisce la non autorizzazione ma, in questo frangente specifico, oltre a sottolineare che non è possibile utilizzare il codice di un altro sviluppatore come base per il proprio gioco, oppure utilizzare la musica di qualcun altro senza permesso o un logo di un Brand c’è anche scritto che non è possibile utilizzare il nome, il logo o altri elementi di design Roblox sia sul gioco sia fuori dal gioco.

Leggi anche -> Buono da 40 euro preordinando due esclusive Playstation: l’offerta Amazon

Leggi anche -> Ecco i 5 videogiochi che hanno fatto infuriare tutti: classifica

Da parte degli sviluppatori non c’è stata ancora nessuna dichiarazione di chiarimento riguardo questi cambiamenti ma una parte di noi crede che ci sia qualche problema a livello di comprensione dei termini che sono stati utilizzati o un tentativo un po’ goffo di proteggere i più piccoli da eventuali manifestazioni di affetto omosessuale, forse comprensibile ma da parte nostra assolutamente non giustificabile. La community è invece compatta nel voler far vedere i sorci verdi ai moderatori con più di qualcuno che su Twitter e su Twitch hanno minacciato di infrangere tutte le nuove regole in una volta sola e aspettare di essere bannati in blocco.

Impostazioni privacy