Google Stadia, tra i giochi cancellati non c’era una collab con Kojima

Sono girate voci che tra i progetti cancellati da Stadia quando è stato chiuso lo studio interno di sviluppo ci fosse un horror a episodi in collaborazione con Kojima ma rappresentati di Google Stadia anno smentito.

Google Stadia, tra i giochi cancellati non c'era una collab con Kojima
Google Stadia, tra i giochi cancellati non c’era una collab con Kojima (foto: youtube)

Quando ancora esisteva Google Stadia Games, lo studio di sviluppo interno di Stadia, a un certo punto era affiorato il nome di Hideo Kojima per una possibile nuova produzione con il creatore di Metal Gear. Ma a quanto pare non c’era nulla di certo e di scritto tra il visionario autore e il fu studio di sviluppo.

Leggi anche –> 2B di NieR diventa realtà grazie al lavoro di due cosplayer – FOTO

Kojima e il gioco fantasma per Stadia?

Google Stadia, tra i giochi cancellati non c'era una collab con Kojima
Google Stadia, tra i giochi cancellati non c’era una collab con Kojima (foto: youtube)

La notizia della chiusura ufficiale dello studio interno di sviluppo di Google Stadia ha generato un pensiero in tutti quelli che giocano, producono o analizzano videogiochi: che fine faranno i progetti in corso? E l’assistenza?

La chiusura era stata accompagnata dalla spiegazione, data a mezzo blog ufficiale che, la piattaforma si sarebbe concentrata su fornire un’esperienza di gioco ottima ma che non avrebbe prodotto nessun titolo interno. E qui sono cominciate le voci di quali sarebbero stati questi progetti cancellati. E sono affiorati due nomi: Hideo Kojima e Yu Suzuki.

Kojima-san avrebbe, ma a quanto pare sono state solo voci, intavolato una discussione con Google Stadia per produrre un gioco horror con struttura a episodi, mentre Suzuki-san avrebbe portato avanti il sequel di Journey to the Savage Planet ma, di nuovo, un portavoce di Google Stadia ha smentito che ci fossero piani per titoli esclusivi.

Altro gioco di cui non si conosce la fine è il nuovo titolo che Harmonix avrebbe praticamente finito per Stadia. A riguardo, Steve Janiak, CEO di Harmonix, ha dichiarato che non è vero che il gioco con Stadia è stato cancellato. “Anche se Google ha cambiato strategia“, ha dichiarato Janiak, “noi restiamo incredibilmente entusiasti di quello su cui abbiamo lavorato per Stadia e se il progetto non sarà distribuito per Stadia noi lo porteremo su altre piattaforme.

Leggi anche –> The Elder Scrolls VI potrebbe essere annunciato ufficialmente molto presto
Con la chiusura dello studio di sviluppo di Stadia pensavamo di aver trovato il tassello mancante nella storia del progetto che, l’estate scorsa, Kojima-san si era lamentato gli era stato chiuso. Ma a quanto pare dovremo cercare altrove.

Facciamoci due risate con il trailer del primo Journey to the Savage Planet, intanto. Lo trovate a fondo pagina.

LINK UTILI