Grandi notizie per il nuovo Need for Speed

Il prossimo capitolo della saga di Need For Speed è appena diventato più solido. Il numero degli sviluppatori che se ne sta occupando è aumentato enormemente e senza forzature.

Dentro Electronic Arts ad occuparsi di questa serie è infatti Criterion Games ma, come spesso succede, un solo team di sviluppo a volte non basta. Ed è per questo che i ragazzi di Criterion si stanno da tempo facendo aiutare da Codemasters Cheshire. Questo aiuto è diventato ora una partnership molto più solida.

Grandi notizie per il nuovo Need for Speed
Grandi notizie per il nuovo Need for Speed (foto: Youtube)

È arrivata infatti la notizia che Codemasters Cheshire è diventato ufficialmente parte della famiglia di Criterion per lavorare proprio a Need for Speed. All’interno di Codemasters l’altro team, quello di Birmingham, continuerà invece a lavorare sulla serie di Formula 1.

Criterion e Codmasters Cheshire insieme per il prossimo Need for Speed

L’annuncio di questa sorta di fusione è arrivato dall’account Twitter di Codemasters e si è articolato in tre messaggi consecutivi che hanno avuto la sola funzione di confermare quelle che erano alcune voci che giravano e infatti leggiamo: “Possiamo confermare che Criterion Games e il team di sviluppo Codemasters Cheshire si stanno ufficialmente unendo per creare il futuro di Need For Speed, costruendo un unico studio Criterion con due hub. Questa integrazione parte dalla partnership stretta che i due studi hanno sviluppato nel corso dei passati mesi. Condividendo valori e culture simili, crediamo fortemente che unire la ricchezza di esperienze di entrambi i team aiuterà a produrre le esperienze di corse migliori possibili per i nostri giocatori“.

Grandi notizie per il nuovo Need for Speed
Grandi notizie per il nuovo Need for Speed (foto: Twitter)

Questa che sembra una notizia positiva, del resto i giochi solitamente migliorano se ci sono più persone ad occuparsene contemporaneamente, per tanti è invece motivo di retropensieri. In particolare il commento che sul social dell’uccellino azzurro va per la maggiore è che questa mossa sia stata voluta da Codemasters per liberarsi di uno studio che non stava producendo i titoli di qualità che ci si sarebbe aspettati.

Molti hanno ritirato fuori a proposito l’esperienza di DR5. Altri giocatori invece hanno ritirato fuori dal cassetto giochi di cui vorrebbero vedere una versione remaster o un qualche remake. Tra i giochi più richiesti ci sono Need for Speed Hot Pursuit 2 e Underground 2 e non poteva mancare Burnout.