Meta e Microsoft, c’è l’accordo su Teams: arrivano le riunioni virtuali grazie a Meta Quest

Arriva l’accordo fra Meta, l’azienda con a capo Mark Zuckerberg, e Microsoft, la multinazionale fondata da Bill Gates, in merito a Teams, l’applicazione che viene storicamente utilizzata per svolgere le riunioni online.

Teams, 14/10/2022 - Computermagazine.it
Teams, 14/10/2022 – Computermagazine.it

Ad annunciare l’intesa sono state le due big tech che hanno fatto sapere tramite comunicato: “Mentre il lavoro di persona si riduce, vogliamo che tutti abbiano la possibilità di sentirsi presenti”. L’obiettivo è quello di fare in modo che Teams venga implementato tramite i visori della realtà virtuale di Meta, di modo che le riunioni virtuali siano come se fatte di persona. “In primo luogo”, si legge nel comunicato diffuso da Microsoft riportato dal sito di Forbes “stiamo portando Mesh for Microsoft Teams sui dispositivi Meta Quest. Mesh for Teams si basa su anni di ricerche e innovazioni di Microsoft Cloud, da Azure Digital Twins a Dynamics 365 Remote Assist e alle riunioni video di Teams. È stato progettato per aiutare le persone a riunirsi virtualmente nel luogo in cui si svolge il lavoro su qualsiasi dispositivo, compresi smartphone, laptop e cuffie per la realtà mista. Mesh for Teams con i dispositivi Meta Quest Pro e Meta Quest 2 consentirà alle persone di connettersi e collaborare come se fossero di persona”. Mark Zuckerberg ha annunciato la partnership con Microsfot su Teams in occasione della conferenza annuale Connect di Meta tenutasi nelle scorse ore, lo stesso evento durante il quale un anno fa il geniale americano aveva annunciato il nuovo nome dell’azienda, da Facebook a Meta appunto, per sottolinea l’impegno verso il metaverso.

Teams, 14/10/2022 - Computermagazine.it
Teams, 14/10/2022 – Computermagazine.it

META E FACEBOOK, ACCORDO SU TEAMS: INTANTO ZUCKERBERG SPROFONDA…

Attraverso questa partnership le due aziende cercheranno di integrare le principali applicazioni di Microsoft con la tecnologia e il metaverso di Meta. Inoltre Microsoft sta cercando di portare la realtà virtuale nei suoi progetti creativi, dalle versione 3D delle applicazioni di Microsoft Office 365, fino alle riunioni immersive di Teams. Sempre nell’ambito di questa intesa, Meta ha fatto sapere che utilizzerà la sua offerta di collaborazione remota Horizon Workroom come “primo passo per costruire un ufficio virtuale nel metaverso”, parole rilasciate da Zuckerberg in persona. In attesa di vedere applicato sul campo questa nuova collaborazione, le ultime notizie non sono affatto positive per Meta visto che il primo anno dell’azienda focalizzata sul Metaverso non è stato fruttuoso, con le azioni in crollo. Lo stesso Zuckerberg è uscito per la prima volta dal 2015 dalla top 10 delle persone più ricche degli Stati Uniti, con una perdita delle azioni del 57% rispetto al settembre del 2021.