Netflix ha brutte notizie per i videogiocatori

Netflix ha preso una decisione molto dura, che però non possiamo dire essere inaspettata. Purtroppo per i videogiocatori.

Netflix è una delle piattaforme più grandi e importanti che ci sono, con milioni di abbonati che ogni singolo mese consumano film, documentari e serie tv attraverso i propri smartphone, i propri pc e le proprie smart TV. Ha rivoluzionato e anche in modo profondissimo il mondo dell’intrattenimento e del consumo la grande N rossa, che ultimamente però ha perso un po’ di smalto. In questi giorni, infatti, Disney+ ha scavalcato Netflix per numero di abbonamenti attivi, portando la casa di topolino in cima alla catena alimentare delle piattaforme di streaming.

Netflix ha brutte notizie per i videogiocatori
Netflix ha brutte notizie per i videogiocatori

Le continue minacce volte a colpi che divide l’abbonamento, potenziali rincari sui prezzi sempre più vicini e una perdita piuttosto netta nella qualità media dei prodotti proposti stanno facendo scendere Netflix nelle classifiche mondiali. Bisogna contenere i costi ed eliminare i prodotti che non funzionano, e per questo ci sono brutte notizie per i videogiocatori con un abbonamento attivo.

Netflix cancella una serie TV sui videogiochi

Netflix e i videogiochi sono una combo che di solito funziona in modo meraviglioso. Proprio grazie ad alcuni videogiochi, infatti, la piattaforma ha raggiungo dei livelli di eccellenza assoluti, sfruttando nel modo più saggio e rispettoso possibile IP storiche e consolidate. Si pensi a quanto fatto con la serie di The Witcher, con una trasposizione molto fedele dello Strigo Geralt di Riva. Oppure ad Arcane, un progetto estremamente interessante e di altissima qualità ambientato nel mondo di LoL. E anche agli show appena annunciati su Horizon e Bioshock. Ecco perché fa sempre male vedere una serie sui videogiochi fallire.

Resident Evil serie Netflix
Resident Evil serie Netflix

Stiamo parlando di Resident Evil, la serie Netflix che parla di uno dei videogiochi più importanti della storia. Annunciata nel 2020 e pubblicata poi a metà 2021, il prodotto si è discostato eccessivamente dal videogioco e, come non bastasse, non ha mai presentato qualcosa di davvero memorabile allo spettatore. La serie ha meno del 60% delle recensioni positive degli esperti e meno del 30% di recensioni positive degli utenti su Rotten Tomatoes. La serie, riporta Deadline, non è mai andata oltre il terzo posto dei prodotti più visti sulla piattaforma e dopo appena tre settimane è scomparsa da tutte le top 10. Ecco perché Netflix ha deciso di cancellarla e non produrre una seconda stagione. Intanto vi segnaliamo come avere 17 giocatori oro rari e gratis su FIFA 23 FUT, e un cambiamento storico per quanto riguarda Twitch.