Nintendo ha comprato uno studio, ma non di videogiochi

Uno studio, di recente, è stato acquistato da Nintendo. La cosa incredibile, è che non c’entrano nulla i videogiochi. Chissà quali saranno i piani della compagnia

Nell’ultimo periodo Nintendo ha portato a termine un’acquisizione di uno studio diverso dal solito, un qualcosa che non riguarda i videogiochi. E da qualche giorno, di preciso il 14 luglio, la società ha reso pubblico un avviso attraverso il sito web. Ha affermando di avere appena concluso un’acquisizione molto importante.

Nintendo ha comprato uno studio ma non di videogiochi
Nintendo ha comprato uno studio ma non di videogiochi (fonte nintendo)

In questo modo, la celebre azienda nipponica, attraverso un comunicato stampa afferma di aver accorpato quindi un’azienda diversa da quella che in genere tratta nei suoi confini professionali. Una posizione che è stata approvata sia dall’una che dall’altra parte, e che avrà termine entro questo 2022. Nintendo sta per accogliere un classico del mondo PS.

Uno studio è stato acquisito da Nintendo… ma non c’entrano i videogiochi

La Switch, con questo caldo, raggiunge delle temperature incredibili. Nel momento in cui la trattativa verrà conclusa, la Dynamo Pictures prenderà il nome di Nintendo X. L’azienda Inoltre, all’interno del comunicato, afferma anche che lo scopo di questa nuova proposta sarà quello di realizzare dei contenuti visivi sfruttando sempre L’IP Nintendo. Sembra essere facile capire che lo studio avrà il compito di realizzare programmi TV e film, che prendono come punto di riferimento proprio il franhise Nintendo. Se tutto ciò accadrà, sarà questa la prima espansione della compagnia nipponica nel mondo televisivo dopo il successo del film di Super Mario.

Nintendo ha comprato uno studio ma non di videogiochi
Nintendo ha comprato uno studio ma non di videogiochi (fonte twitter)

Nel mese di marzo dello scorso anno il presidente Shuntaro Furukawa aveva dichiarato di essere al lavoro su un film di Mario, un qualcosa che stava lavorando insieme ad Illumination. Egli inoltre afferma che non sarebbe stata l’unica opera all’interno del mondo dell’animazione. Grazie a questa acquisizione, lo studio Nintendo inizia poco alla volta ad avere tutte le carte in regola per portare a termine il suo progetto cinematografico.

Chissà quali saranno gli altri orizzonti a cui l’azienda potrà essere intenzionata a realizzare, in un futuro prossimo. Tenendo sempre presente che, nell’aprile del 2023, potremmo finalmente assistere al nuovo film di Super Mario le cose promettono molto bene. No?