Playstation Plus Spartacus, guerra al Game Pass: come funziona

A quanto pare Sony sta lavorando alla sua versione del Game Pass Xbox e il nuovo PlayStation Plus ha come nome in codice Spartacus.

Playstation Plus Spartacus, guerra al Game Pass come funziona
Playstation Plus Spartacus, guerra al Game Pass come funziona (foto: Sony)

Un nome decisamente belligerante da parte di Sony che punta chiaramente a trovare la sua versione di Xbox Game Pass, la grande rivelazione dell’ultimo E3.

Non si sanno troppe cose su questo nuovo sistema che dovrebbe debuttare la prossima primavera ma quello che è sicuro è che il nuovo Spartacus ingloberà il PlayStation Now e PlayStation Plus con tre livelli di abbonamento mensili. Era questione di tempo ma la sfida tra Sony e Microsoft si apre ufficialmente anche sul fronte degli abbonamenti.

PlayStation Plus Spartacus, la guerra al Game pass è aperta

Playstation Plus Spartacus, guerra al Game Pass come funziona
Playstation Plus Spartacus, guerra al Game Pass come funziona

Probabilmente, quello che al momento distingue Xbox da PlayStation in termini di offerta è proprio la presenza dell’abbonamento Game Pass che nella sua versione Ultimate a 13 euro al mese permette di giocare con un ampio catalogo di titoli senza doverli neanche più installare grazie al cloud. Titoli che spaziano dalle vecchie glorie dell’Xbox 360 fino ai giochi appena usciti. Ci aspettavamo quindi una mossa da parte di Sony che rispondesse a questo sistema che ha fatto crescere di parecchio il numero degli utenti Xbox. I dettagli sono però al momento ancora scarsi, quello che possiamo intuire è che chiaramente l’offerta verrà rivolta sia a chi ha ancora una PlayStation 4 sia a chi possiede la nuova PlayStation 5 e che ci saranno tre livelli di abbonamento.

Nel livello più alto di abbonamento dovrebbero rientrare anche giochi delle prime console PlayStation mentre nelle due fasce inferiori i soli giochi PS4 e PS5 con in più il multiplayer online. A parlare di questo possibile “anti” Game Pass è Jason Schreier che scrive per Bloomberg e che arriva a dire che, comunque, nonostante la ristrutturazione dell’abbonamento probabilmente Sony non seguirà la strada tracciata dal Game Pass di Xbox e quindi anche con l’abbonamento completo non potrete avere giochi disponibili al  Day One. Una delle cose che invece succede per chi ha la console Microsoft.

Il nome in codice dell’operazione è Spartacus ma, prosegue sempre Schreier, alla fine l’abbonamento potrebbe tornare a chiamarsi PlayStation Plus magari, proprio come succede con il Game Pass, aggiungendo qualche aggettivo per distinguere i diversi livelli di abbonamento. Siamo ormai entrati in un’epoca in cui i contenuti vengono consumati con una frequenza e in quantità tali da non giustificare più o quasi l’acquisto di una copia retail con un prezzo medio di 70 euro. Facendo il calcolo con l’abbonamento Game Pass Ultimate per Xbox, quello che costa 12,99 euro al mese, in un anno un giocatore spende circa 155 euro ( 155,88 per l’esattezza).

Dividendo questa cifra per il prezzo medio che ormai hanno i videogiochi, ovvero 70 euro per quelli appena usciti e blasonati, è evidente come con l’equivalente di un anno di abbonamento si riuscirebbero a comprare due giochi e mezzo scarsi. Se siete giocatori estremamente parsimoniosi e non vi interessa giocare troppo online forse questa forma di abbonamento non vi interessa ma se siete come tanti di noi a cui piace sperimentare, decisamente un abbonamento che costa come due giochi completi (e che vi permette comunque di giocare anche a quei due giochi completi che avreste comprato) è un grande affare. Sony ha sempre però avuto le idee molto chiare su come vuole guadagnare dalla sua attività e quindi staremo ora vedere che cosa tireranno fuori con il loro Spartacus.

Leggi anche -> CoD Warzone Pacific, nuova mappa in arrivo: data e anticipazioni

Leggi anche -> Amato FPS sta per essere cancellato, brutte notizie per i fan

Chiaro, al momento l’abbonamento Sony costa meno dell’omologo Xbox ma offre anche molto meno e se ci si ferma al Live Gold con cui si può giocare online siamo a una differenza di un euro. Su Twitter, dove l’articolo è stato menzionato, le opinioni sono le più diverse con i fan hard core di entrambe le console che se le stanno dicendo senza mezzi termini.