PUBG cambierà per sempre il prossimo 11 novembre

Da Krafton, il publisher di PUBG, è arrivato un annuncio destinato a cambiare probabilmente il panorama sia degli sparatutto sia dei free to play.

PUBG cambierà per sempre il prossimo 11 novembre
PUBG cambierà per sempre il prossimo 11 novembre (foto: Krafton)

Il publisher ha infatti annunciato al mondo che New State, il nuovo capitolo di PUBG, arriverà il prossimo 11 novembre e darà a tutti i giocatori un universo nuovo in cui testare le meccaniche che stanno facendo di questo sparatutto uno dei titoli più giocati da chi possiede uno smartphone.

La storia di PUBG è la dimostrazione di come ormai le differenze tra prodotti destinati solo alle console oppure ai PC e i prodotti per i dispositivi portatili si stiano via via assottigliando fino, in alcuni casi, a scomparire del tutto. Perché, anche se PUBG esiste in una e nell’altra incarnazione, è decisamente quando nel 2018 è passato al mobile che ha fatto un salto di qualità. La novità è poi anche chi si è occupato dello sviluppo.

PUBG New State, ritorno all’origine

Lo sparatutto che tutti conosciamo nella sua versione mobile come prodotto del gigante cinese Tencent per questo nuovo capitolo mobile è tornato nelle mani del suo sviluppatore originario: PUBG studioso. I cinesi di Tencent chiaramente non sono stati ostracizzati perché hanno fatto un brutto lavoro ma è più facile che ci sia stata da parte di Krafton la volontà di spingere il team originale che dovrà poi produrre anche un nuovo titolo nella serie per PC e console.

Per quello che riguarda New State, gli sviluppatori hanno sottolineato che ci saranno misure estremamente efficaci per combattere la piaga dei cheater e che verranno portati avanti controlli costanti per evitare che da piccoli problemi nascono grandi disservizi per la community. Come tutti gli altri Battle Royale multiplayer, infatti anche PUBG ha sofferto per la presenza molesta dei cheater tanto che un gruppo che produce questo genere di tecnologia ha dichiarato non senza spavalderia di essere riuscito a vendere l’equivalente di 70 milioni di dollari in prodotti per barare proprio su PUBG Mobile.

Leggi anche -> Denunciati da Playstation, creano nuove cover: “Scaccomatto avvocati!”

Leggi anche -> Playstation rompe il dominio Nintendo durato quasi tre anni

Il nuovo New State, in arrivo l’11 novembre prossimo, sarà parecchio affollato: ciascuna mappa potrà avere infatti fino a 100 giocatori con la possibilità di giocare tutti contro tutti oppure a squadre. Nel momento del lancio ci saranno quattro mappe Ma la promessa dello studio di sviluppo è di avere aggiornamenti periodici per aumentare la quantità e la qualità dei contenuti. Cambia anche l’ambientazione dato che New State si svolge nel futuro: l’anno è il 2051 e ci sarà quindi ampio spazio di manovra per trasformare il terreno dello scontro immaginando il futuro di qui a 30 anni.

Faraonico, per un prodotto mobile sempre, anche il numero dei paesi e delle lingue in cui è stato già localizzato il prodotto: si parla di oltre 200 Paesi nel mondo e 17 lingue disponibili.