Streaming vietato agli under 16: nuova legge approvata

Una nuova legge viene approvata e non ammette eccezioni. Lo streaming diventa vietato per tutti gli under 16

streaming vietato
streaming vietato per gli under 16 (fonte pixabay)

Da poco è arrivata una notizia che ha il compito di tutelare i minorenni. Questa ci giunge direttamente da un luogo in cui è stato vietato agli operatori di servizi di streaming live di far registrare sulle piattaforme chiunque abbia un età inferiore ai 16 anni. È questa una notizia la cui fonte è il South China Morning Post. Lo scopo è quello di portare avanti una delle tante restrizioni rivolte all’intrattenimento digitale, tramite lo streaming vietato per i più piccoli.

Si tratta solo di una parte di un progetto che prevede la nascita di linee guida totalmente differenti per accompagnarli nello sviluppo infantile. Secondo quanto affermato dal Consiglio di Stato, si dovrebbe limitare sia il tempo sia il denaro che i bambini utilizzano nei vari servizi online e nei giochi all’interno dei social network. Inoltre fa sapere che ha intenzione di impegnarsi di più per quanto riguarda la classificazione e la revisione dei contenuti nei giochi. Oltre al fatto di voler mettere al primo posto sia la privacy che i dati personali dei più piccoli.

Lo streaming vietato ai minori

streaming vietato
streaming vietato per gli under 16 (fonte scmp.com)

Inoltre fa sapere che è anche impegnato nella realizzazione di un sistema di identificazione elettronica il cui fine è quello di tenere sotto controllo il tempo che i minori trascorrono al gioco. Nel corso degli ultimi 30 giorni ci sono diverse attività portate avanti dai regolatori cinesi. Verso la fine del mese di agosto è arrivato l’annuncio che ha cambiato molto le carte in tavola in Cina, permettendo ai più piccoli di giocare solo 3 ore a settimana. Ossia un’ora il venerdì, il sabato e la domenica.

Leggi anche -> Sviluppatori di Wolfenstein lavorano a nuovo grande progetto

Leggi anche -> Windows 11 potrebbe cambiare per sempre il gaming

A questa notizia se ne è poi affiancata un’altra, ossia quella che rallenta il ritmo delle approvazioni normative su tutti i nuovi giochi. Inoltre, a partire dalla settimana scorsa, è lanciato un nuovo sito che dà la possibilità di segnalare editori o giochi che non rispettano i requisiti in quanto si avvalgono di nomi falsi per la registrazione. Inoltre, attraverso questo sito, si potranno denunciare anche altre violazioni in quanto è importante limitare il tempo di gioco dei minori e impedire loro di spendere cifre troppo alte per tutti gli acquisti in-game.

Impostazioni privacy