Super Nintendo World, Koopa’s Challenge è anche un videogioco

Il parco di divertimenti a tema Nintendo, il Super Nintendo World, ha ufficialmente aperto. Alla conferenza di apertura è però uscito fuori che l’attrazione dedicata a Mario Kart è nato come un videogioco. Ma solo per i suoi progettisti.

Super Nintendo World, Koopa's Challenge è anche un videogioco
Super Nintendo World, Koopa’s Challenge è anche un videogioco (foto: youtube)

Tutto il parco Super Nintendo World, prima di essere la costruzione grandiosa che ha aperto a Osaka, è stato creato in VR e Mario Kart: Koopa’s Challenge è anche un’attrazione virtuale giocabile, ma non da noi comuni mortali.

Leggi anche –> Fortnite la guida, i manufatti d’oro e come rintracciarli alla Guglia – VIDEO

Super Nintendo World: tecnologia e divertimento

Super Nintendo World, Koopa's Challenge è anche un videogioco
Super Nintendo World, Koopa’s Challenge è anche un videogioco (foto: youtube)

Nella conferenza di apertura del parco a tema, tra le cose di cui si è parlato, c’è stato anche il ruolo della tecnologia nell’economia del parco stesso. Per esempio, proprio la realtà aumentata arricchisce l’esperienza di Mario Kart: Koopa’s Challenge. All’ingresso occorre indossare un paio di occhiali per la realtà aumentata e l’attrazione prende subito vita.

Un altro aspetto decisamente innovativo della genesi del parco di divertimenti Super Nintendo World è stato, come raccontato sempre dal Global Executive Producer Tom Geraghty, la progettazione del parco stesso. “Abbiamo utilizzato la tecnologia anche nel momento della progettazione. Abbiamo costruito tutto il parco con la realtà virtuale e il team di design ha potuto girare intorno ai luoghi e cambiare prospettiva e decidere dove spostare le cose.

Parlando nello specifico di Mario Kart: Koopa’s Ride, Gerathy ha aggiunto che “Mario Kart è stato costruito dentro un motore di gioco, così mentre Thierry Coup, il Senior Vice President, era negli Stati Uniti poteva effettivamente sperimentare Mario Kart in un motore di gioco e mandarci i commenti qui in Giappone.

Probabilmente non giocheremo mai con la versione digitale del progetto dell’attrazione dedicata a Mario Kart, o non ci sarebbe senso nella sua creazione nella vita reale. Ma è comunque molto interessante pensare che un progetto fisico sia passato per una progettazione digitale interattiva.

Leggi anche –> Nuovo trailer di Doom Eternal: The Ancient Gods II – VIDEO

Coup ha poi aggiunto che questo sistema ha altri vantaggi, oltre ad avergli fatto provare la giostra, “Dato che è un motore di gioco, possiamo fare update, modifiche, metterci dentro altri personaggi, cambiare i temi, cambiare le azioni al volo.” qualcosa che con i programmi classici di modellazione per l’architettura non è agilissimo. “Quindi, se c’è un evento speciale, qualunque cosa vogliamo produrre può essere fatto in una notte se volessimo. Questo rende tutto molto più flessibile e rende l’esperienza più fresca.

A fondo pagina non potevamo non mettere la presentazione dello scorso dicembre con un entusiasta Shigeru Miyamoto.

Link utili