Black Lotus venduta per oltre 500.000 dollari. Perché costa così tanto?

Il mondo del collezionismo, si sa, offre diversi spunti di riflessione sul valore degli oggetti che ci circondano. Nello specifico, il mondo delle carte collezionabili, come Magic the Gathering, uno dei TCG più popolari di sempre, è particolarmente soggetto a questo genere di fenomeni. Oggi parliamo di quando una carta Black Lotus venne venduta per oltre 500 mila dollari. 

black lotus
Fonte: “Christopher Rush, Wizards of the coast”

La carta in questione è stata venduta all’asta e il suo prezzo è salito fino a 511 mila dollari, lievitando ad una cifra record. Perché? La carta, in condizioni perfette, della prima serie, era stata firmata dall’artista che ne ha realizzato l’illustrazione. Ma vediamo assieme perché questo genere di carte collezionabili costano così tanto.

Leggi anche –> Nuovo trailer di Doom Eternal: The Ancient Gods II – VIDEO

Perché vale così tanto?

black lotus
La fluttuazione di Black Lotus secondo Card Market, un aggregatore di prezzi di alcuni siti di rivendita carte. Fonte: “Cardmarket”

Bisogna, innanzitutto, considerare che il mondo del collezionismo fa lievitare i prezzi in base anche al numero di pezzi in circolazione: ovviamente, più un oggetto è raro e più assume valore. Il Black Lotus è un tipo di carta rimasta sempre famosa per il suo prezzo elevato, in principio per motivi di metagame, dato che si tratta di una carta artefatto dall’effetto molto forte e può essere giocata senza costi, e dopo per l’effettiva rarità.

Leggi anche –> Valheim, il compositore vuole distribuire la colonna sonora in vinile

Black Lotus appare solo in tre particolari edizioni: Alpha (la primissima, risalente ad agosto 1993), Beta (ottobre 1993) e Unlimited (dicembre 1993). All’epoca, vennero rilasciate, nel totale delle 2,6 milioni di carte singole totali, solo 1.1oo Black Lotus per l’edizione Alpha, ovvero la prima e con più prestigio e valore collezionistico. Per quanto riguarda il metagame, Black Lotus risulta ingiocabile in praticamente qualsiasi formato (ovvero qualsiasi tipologia di gioco accettata nei tornei, che determinano quali carte usare e da quali espansioni. Per fare degli esempi, il “modern” accetta tendenzialmente le ultime espansioni uscite) in quanto risulta permanentemente bandita dai tornei.

Il prezzo lievita senza intoppi, arrivando a toccare le svariate decine di migliaia di dollari nel mercato dedicato. In particolare, Black Lotus fa parte delle cosiddette “power nine” delle tre edizioni sopracitate, ovvero un gruppo di nove carte particolarmente rare che non vennero mai più ristampate al di fuori di Alpha, Beta e Unlimited. Il classico “piacere del proibito”, comunque, può attirare, visto il chiaro sbilanciamento della carta per un effetto incredibilmente forte ha contribuito al mito creatosi attorno ad essa.

Una carta Black Lotus in condizioni ottimali ha un prezzo che fluttua tranquillamente sulle decine di migliaia di dollari. 

LINK UTILI