Team di sviluppo elimina il crunch con decisione storica

Mentre qui da noi in Italia discutiamo ancora sul fatto che lo smart working sia o meno un modo per fare vacanza, c’è uno studio di sviluppo che ha deciso di ridurre la propria settimana lavorativa per migliorare la produttività e ridurre il famoso crunch.

Team di sviluppo elimina il crunch con decisione storica
Team di sviluppo elimina il crunch con decisione storica (foto: pixabay)

A voler tentare la via del lavorare meno lavorare meglio sono gli studi Eidos Montreal e Eidos Sherbrooke entrambi con base in Quebec. La notizia è stata diffusa sul sito ufficiale di Eidos Montreal e nel post viene chiarito tutto quello che riguarderà questo cambio di orario, il cui scopo principale è quello di mantenere altissima la qualità del lavoro svolto ogni giorno senza però creare o contribuire a mantenere un ambiente di lavoro pesante e tossico. A parlare è stato David Anfossi, direttore dello studio.

Sulla carta dentro Eidos si prepara a un vero paradiso.

Eidos Montreal e Sherbrooke proveranno il metodo 4 giorni

Team di sviluppo elimina il crunch con decisione storica
Team di sviluppo elimina il crunch con decisione storica (foto: Eidos Montreal)

David Anfossi chiarisce immediatamente qual è lo scopo ultimo di questa scelta: “si tratta di un altro passo verso l’incarnazione dei valori dello studio, di costruzione di un ambiente di lavoro salutare, creativo e sostenibile per i nostri impiegati”. Il passaggio sarà da una settimana lavorativa di 40 ore a una di 32 ore e, come spiega ancora Anfossi, al momento i diversi team che compongono gli studi stanno lavorando in modo da poter avere una transizione il più di successo possibile.

Nella pratica eliminare il crunch significa che il lavoro per gli sviluppatori di Eidos Montreal e Eidos Sherbrooke terminerà il giovedì. Ridurre il numero di ore, però, non significherà cercare di fare tutto più di corsa ma fare tutto in modo più efficiente riducendo, per esempio, la durata dei meeting interni e facendoli passare da un’ora a 30 minuti per poter arrivare dritti al punto. La riduzione dell’orario di lavoro quindi servirà ad evitare passaggi inutili e perdite di tempo e consentirà anche agli impiegati di organizzare meglio il proprio lavoro.

Leggi anche -> Ninja Theory assume personale per Hellblade 2: i dettagli

Leggi anche -> Hellblade 2 in fase di sviluppo, gli aggiornamenti dall’attrice

Quello che non succederà, e Anfossi lo chiarisce bene, è un cambiamento nel trattamento salariale. A differenza del modello molto in voga anche da noi, è facile intuire come il salario non sarà legato al numero di ore che si è stati seduti davanti alla scrivania ma agli obiettivi che si raggiungeranno nel breve, medio e lungo periodo. La settimana lavorativa di 4 giorni, questo è la speranza di Anfossi, servirà a migliorare la qualità della vita sul posto di lavoro e il benessere generale degli impiegati, “lo studio aspira ad avere un’ottima attrazione e mantenimento dei propri talenti, a un sistema di assunzione efficace, a una riduzione del tasso di assenteismo e di malattia, a una miglior gestione dello stress e dell’ansia legati alle performance professionali, allo stesso tempo migliorando la qualità di quello che viene distribuito dagli Eidossiani di entrambi gli studi”.