Windows 7 finisce il supporto ma non la sicurezza: così potete usarlo sempre protetti

Assicurato il rilascio con continuità e costanza di patch critiche di sicurezza per i programmi del colosso di Redmond ormai datati ed obsoleti. Sarà dunque proprio 0patch a mantenere al sicuro tanto il sistema operativo di Windows 7 quanto il browser Edge a partire da oggi, Martedì 10 Gennaio. Ecco tutti i dettagli.

Windows 7 0patch VideoGiochi.com 10 Gennaio 2023
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

E’ stato, a buon diritto, uno dei sistemi operativi di Windows più apprezzati delle ultime decadi. Ed ora é giunto il suo turno di dismissione: a partire da oggi, infatti, Martedì 10 Gennaio, Windows 7 non riceverà più supporto in termini di aggiornamenti di sicurezza ufficiali. 

Ma c’è una buona notizia: perché la società di sicurezza 0patch ha deciso che continuerà a rilasciare patch di sicurezza per almeno ancora i prossimi due anni, ogni settimana, a costo zero per le utenze individuali e per le piccole imprese mentre, alle imprese medio-grandi, verrà richiesto un contributo di bassa entità.

Ciò proprio a causa dell’estrema popolarità del sistema operativo e della mole di utenza trasversale diffusa in tutto il mondo che, soddisfatta delle sue prestazioni, continua ad utilizzarlo con assiduità ed in via esclusiva. Per questo motivo il team di 0patch ha inoltre dichiarato che continuerà a monitorare l’utilizzo nel corso dei prossimi due anni e, in caso di necessità, valuterà se estendere ulteriormente il servizio.

Gli aggiornamenti di sicurezza anche per Microsoft Edge, sia su Windows 7 sia su Server 2008 R2 e 2012

Windows 7 Edge 0patch VideoGiochi.com 10 Gennaio 2023
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

Anche Microsoft Edge continuerà ad essere assistito dal team di sicurezza di 0patch, come dichiarato ufficialmente in un annuncio recente della società, sia per il sistema operativo di Windows 7 sia per i Server 2008 R2 e 2012. Anche in questo caso, i nuovi patch di sicurezza verranno rilasciati per almeno i prossimi due anni, ma solo per le utenze Pro ed Enterprise a pagamento.

In questo caso, gli utenti potranno assicurarsi che Microsoft Edge venga correttamente aggiornato installando la versione numero 109 del browser e dunque accertarsi che tra le impostazioni integrate sia attivata la funzione relativa alle ricezioni degli aggiornamenti per la app.

Da ultimo, gli utenti Microsoft dovranno installare l’app 0patch Agent per poter effettuare l’accesso al proprio account dal computer utilizzato. Per maggiori informazioni e dettagli, a questo link é possibile trovare l’articolo redatto da 0patch e pubblicato sul blog ufficiale della compagnia.