Battlefield 2042, EA accusa anche Xbox per il fallimento del gioco

Parole molto dure quelle che EA ha usato per giustificare quello che possiamo definire il fallimento di Battlefield 2042.

Battlefield 2042 continua ad arrancare, parecchio. Infatti il videogioco sviluppato da DICE e pubblicato da EA non ha affatto rispettato le previsioni e le aspettative dei videogiocatori di tutto il mondo. Dopo il V, infatti, ci si aspettava che la saga tornasse ai livello di un tempo, riproponendo quanto visto con Battlefield 3 o 4 ma ovviamente in chiave moderna e next-gen.

Parole molto dure quelle che EA ha usato per giustificare quello che possiamo definire il fallimento di Battlefield 2042.

Purtroppo il titolo è parecchio lontano da quello che tutti avrebbero voluto. Si sperava di poter mettere le mani su un titolo che avesse la voglia di tornare ad essere grande e di rimettersi in gioco e recuperare sulla concorrenza di Call of Duty, che da anni domina incontrastato senza la competizione del suo avversario numero uno. Che versa ora in uno stato davvero difficile.

Battlefield 2042, situazione difficile anche per colpa di Halo Infinite

Ormai i videogiocatori che sono sui server di Battlefield 2042 sono sempre meno, di giorno in giorno. E ci sono alcuni Paesi in cui ci giocano meno di un centinaio di persone, cosa che rende il matchmaking assolutamente impossibile. E la situazione non può che peggiorare in seguito alla pessima decisione presa sugli update richiesti dai pochi videogiocatori.

Battlefield 2042

Facendo il punto sulla situazione, Laura Miele, Chief Studio Officer di EA, ha analizzato le debolezze e i fattori che hanno portato alla situazione in cui versa il gioco. Oltre a sottolineare i difetti intrinsechi del titolo dal punto di vista del gameplay e del lancio, come si legge su Xfire, viene anche additato un titolo Xbox come colpevole della situazione.

Leggi anche -> Playstation sta comprando delle foreste per un suo videogioco

Parliamo ovviamente di Halo Infinite, un gioco che uscita quasi in contemporanea e che ha alzato e di molto l’asticella della competizione. A causa del titolo Xbox, nelle parole di Miele, il peridio di lancio: “Non era favorevole perché Halo Infinite era un titolo molto rifinito mentre Battlefield 2042 conteneva bug e non era altrettanto rifinito“.

Leggi anche -> Netflix annuncia nuovo film che fa impazzire i videogiocatori