Cosa vorrei vedere e non vedere al Playstation Showcase

Il Playstation Showcase si avvicina, l’evento di Sony per cercare di rimettersi in carreggiata e mostrare i muscoli è distante poche ore. Ecco cosa vorrei vedere.

Playstation Showcase
Playstation Showcase

 

Sono passate settimane interessanti da quello State of Play dell’8 luglio 2021, con annunci, rinvii e notizie che hanno un po’ cambiato gli equilibri. In quella circostanza Playstation non ha mostrato molto, anzi. Tranne che per Death Stranding Director’s Cut, un titolo già giocato, e Deadloop, un gioco che è stato mostrato in tutte le salse, l’evento fu poca roba.

Di certo non la risposta alla presentazione tenuta da Xbox durante l’E3, con annunci che ancora echeggiano in lungo e in largo tra gli appassionati e nel settore videoludico. A più riprese è stato necessario per gli sviluppatori di Starfield confermare che il gioco sarà esclusiva Xbox e non  arriverà su PS5, tanto è stato l’impatto dello showcase di Microsoft tra i videogiocatori con PS4 o PS5.

Ora però ci aspettiamo qualcosa di molto diverso, questo evento dovrebbe e deve essere un momento cruciale per Playstation. Con l’idea generale di una PS5 con pochi giochi e l’attesa di annunci importanti che è sempre più una necessità per i giocatori che sperano in un 2022 molto più ricco, Sony non può fallire. Ecco cosa vorrei vedere allo showcase di Playstation del 9 settembre 2021. 

Cosa vorrei vedere al Playstation Showcase del 9 settembre 2021

God of War Ragnarok. O qualsiasi sia il suo nome ufficiale, dato che non dovrebbe essere questo. Diverse fonti confermano la sua presenza durante l’evento e tardare ancora a mostrare qualcosa potrebbe essere controproducente e persino dannoso. Sarebbe fantastico avere un piccolo gameplay, ma è molto più probabile un teaser corto con il nome ufficiale del gioco. Difficile pensare che Sony si sbilanci con una data di lancio, che dovrebbe essere per fine 2022. Si spera.

God of War Ragnarok

The Last of Us parte 2 Factions. Se qualcuno può dare una scossa ai multiplayer e alle regole fisse e statiche dei battle royale, quello è Naughty Dog. Avere una vera esperienza volta alla sopravvivenza e alla lotta dura, sanguinosa, “carnale” che si prova in TLOU2 in un ambiente multiplayer non può che stuzzicare. Un modo magari per cambiare un po’ le cose quando saremo saturi di Battlefield 2042 e CoD Vanguard.

The Last of Us Parte 2

Forspoken. Square-Enix ha catturato la nostra attenzione con un trailer veloce e dinamico del videogioco che pare faccia della libertà di movimento e degli enormi spazi il suo forte. Questa avventura fantasy targata Luminous Productions sembra molto interessante e non vedo l’ora di saperne di più. Magari una data di lancio per il fu Project Athia?

Forespoken

Nuovo gioco Bluepoint. A cosa stanno lavorando? Ormai è ufficioso il fatto che il team sia stato acquistato e faccia parte dei Playstation Studios. Sarebbe interessante mostrare qualcosa che il team sta sviluppando, anche solo il solito teaser di una manciata di secondi. Un nome.

Bluepoint nei Playstation Studios (immagine poi cancellata da Sony)

Elden Ring. Il gioco uscirà il prossimo 21 gennaio 2022 (si spera!) e non si è ancora mai mostrato. Vorrei vedere un lungo gameplay, qualche meccanica di gioco, qualcosa a cui aggrapparmi fino all’anno nuovo. Andrebbe bene anche solo qualche parry per caricarmi un po’, in attesa di sbagliarli tutti pad alla mano.

Elden Ring

Nuova IP di primissimo livello. Vorrei una nuova IP, qualcosa di succoso che possa diventare uno dei tanti giochi Playstation di cui Sony può vantarsi. Un titolo che, non per forza in termini tecnici, possa stare insieme a TLOU, Horizon, GoW, GoT e altri per ampliare il catalogo dei Playstation Studios.

Dualsense PS5

Cose che non correi vedere (e che probabilmente vedrò)

The Last of Us Remake. Non ho nulla contro il progetto, anzi. Parliamo del remake di uno dei giochi che ho preferito e che ha cambiato la storia videoludica e che farà felici milioni di videogiocatori. Però mi domando se non sia meglio per Naughty Dog concentrarsi su un nuovo capitolo della saga o direttamente una nuova IP piuttosto che un progetto del genere. Se può servire per dare al giocatore qualcosa di nuovo e riempire le casse di Naughty Dog per grandiosi progetti futuri, allora…

The Last of Us

GTA V Enhanced Edition. L’ho giocato e completato su PS3. Parliamo del più grande successo commerciale della storia videoludica e se continua a macinare milioni e a vendere ci sarà un motivo, però non so quanto un miglioramento grafico, fisico e dei tempi di caricamento possa trasformarlo in un titolo per cui avere hype.

GTA V per PS3

CoD Vanguard. Abbiamo visto visto piuttosto lunghi con addirittura 10 minuti di gameplay della missione di Polina Petrova a Stalingrado. Nulla contro il titolo, solo che preferirei dedicare il risicato spazio dell’evento (circa 40 minuti) agli annunci di cui parlavo sopra.

CoD Vanguard

Deathloop. Stesso discorso fatto per CoD Vanguard. Il gioco sembra interessante ed il fatto che possa essere l’ultimo titolo Arkane Studios-Bethesda ad essere esclusiva Playstation o ad essere pubblicato su Playstation in generale lo rendono interessante. Dal punto di vista della storia videoludica. Però è stato mostrato parecchio e si rischia di mostrare troppo.

Leggi anche -> Playstation, cambio contratti: la tattica per trattenre gli sviluppatori di esclusive

Leggi anche -> Mass Effect 5, data e decisione dura per evitare “caso Andromeda”: il leak

Deathloop