Ecco Diplomacy is Not an Option, guerra medievale totale – VIDEO

Un gioco che ha molto da dire. Facciamo un zoom su Diplomacy is Not an Option, uno strategico di tutto rispetto e che sicuramente vi metterà alla prova  

Molto è il tempo che i giocatori hanno visto passare in attesa di strategia in tempo reale. Fortunatamente è in arrivo una svolta grazie all’ultima pubblicazione di Age of Empires IV. Non mancano poi dei grandi ritorni a partire da Company of Heroes fino a Settlers o Homeworld, senza dimenticare Dune: Spice Wars. Da aggiungere è anche Diplomacy in Not an Option. Si tratta di uno strategico molto interessante.

Diplomacy is Not an Option
Diplomacy is Not an Option strategia (fonte steampowered)

Un titolo in cui si dovrà eliminare resistenze e non stringere alleanze, evitare di morire anche se il nemico ci colpisce con vari oggetti e portare a termine ogni missione fino alla tanto desiderata vittoria. Anche se alcune parti del titolo sono in attesa del completamento, è possibile affermare che possiede tutte le carte in regola per avere il successo che merita. In tema di grandi arrivi, pare proprio che ci sia una data di lancio per Hogwarts Legacy.

Diplomacy is Not an Option, una proposta molto interessante

Per non parlare poi di amori che rimangono, Red Dead Redemption 2 ha anche registrato un nuovo record. Diplomacy is Not an Option potrebbe mandare fuori rotta i giocatori, facendoli credere che questo possa essere un gioco ricco di battaglie all’ultimo sangue. Il gameplay però si basa principalmente sull’espansione e sulla costruzione. Il punto di partenza è un semplice municipio che, poco alla volta, può essere completato realizzando una vera e propria cittadina tutt’attorno. Un buon punto di partenza è quello di inserire, tra la propria strategia, la produzione di alimenti e la ricerca di legna da bruciare. Ogni giocatore può optare tra varie strutture, facendo attenzione a sceglierle in ordine crescente di importanza. L’utente ha la possibilità di richiedere la costruzione di nuovi elementi e di guardare i lavori che procedono.

Leggi anche -> SIFU Speedrun, giocatore lo finisce in 40 minuti – VIDEO

Diplomacy is Not an Option
Diplomacy is Not an Option strategia (fonte steampowered)

Nel momento in cui il feudo ha raggiunto una grandezza rilevante, il giocatore può sfruttare gli edifici e le unità messe a disposizione. Il gioco è reso molto più interessante dalle varie sfide inserite qua e là ed è importante controllare che le scorte di cibo non terminino così da evitare una carestia mortale. È necessario dare una degna sepoltura ai morti così da evitare che dei batteri causa di varie malattie si propaghino. In poche parole è un gioco in cui ogni cosa deve essere tenuta sotto controllo oppure accade il peggio. Non mancano i nemici da sconfiggere, anche se non è necessario utilizzare chissà quale strategia. La maggior parte dei giocatori cerca di puntare sulla quantità piuttosto che sulla qualità.

Leggi anche -> Pessime notizie per chi ha preordinato Steam Deck, c’è delusione

Per riuscire ad avanzare nel gioco, è importante utilizzare tutte le armi che si hanno a disposizione, senza dimenticare di sfruttare la rete difensiva. Stiamo parlando di una specie di protezione che deve essere costruita per tenere al sicuro il proprio territorio. Il giocatore potrà ottenere dei bonus se sceglie di avvalersi dell’aiuto di arcieri posizionati sopra le mura.  Non manca la magia, un elemento che rende il tutto ancora più avvincente. Un gioco tutto da scoprire ma che sembra avere tutte le carte in regola per avere grande successo.