Film diventa videogioco, la star rivela: “Mi hanno offerto tantissimo”

Film e videogiochi si incontrano ancora, con un progetto davvero molto interessante e delle cifre da capogiro. 

Matt Damon e Leonardo Di Caprio
Matt Damon e Leonardo Di Caprio

Il mondo del cinema e il mondo dei videogiochi si incontrano spesso. In passato sono veramente tanti gli esperimenti di ibridazione tra le due realtà dell’intrattenimento. Sono tante le pellicole di successo che sono diventate dei videogiochi e sono molto i titoli di successo che hanno spinto Hollywood a produrre dei film.

Non sempre questo esperimento è riuscito. Sono veramente tanti i film che hanno dato vita a pessimi videogiochi e titoli che sono diventate delle pessime pellicole. E per questo quando si parla di questi esperimenti transmediali non sempre si può stare tranquilli. E infatti in questo preciso momento sono milioni i videogiocatori appassionati alla saga di The Last of Us che temono per la produzione della serie TV di HBO. Si teme che si possa perdere la potenza originale del videogioco, ricreare un qualcosa di infinitamente più debole o irrispettosamente diverso.

E ora una delle stelle di Hollywood, Matt Damon, ha rivelato un clamoroso retroscena sul film di un videogioco.

The Bourne Cospiracy, Matt Damon rifiutò il videogioco

Il videogioco di The Bourne Cospiracy avrebbe dovuto avere anche il famoso attore al suo interno. Gioco d’azione che riprende i fatti narrati nel film, il protagonista assoluto del prodotto sarebbe dovuto essere Matt Damon, che però non è presente.

“Mia avevano offerto tantissimi soldi per comparire nel gioco di The Bourne Cospiracy“, ha affermato a The Hot Ones su Youtube. Dopo avergli mostrato il videogioco che stavano per produrre, però, Matt Damon non è rimasto molto felice. “Volevo qualcosa di più pensato, più alla Myst. Mi dissero di no e fecero il videogioco senza di me”.

LEGGI ANCHE: Apex Legends banna migliaia di cheater, PlayStation domina

LEGGI ANCHE: CoD Warzone, stagione 5 alle porte: i leak

Una storia molto strana, in cui un attore, per una volta, tiene ad un videogioco più dei soldi. Alla fine come tutti sappiamo il volto del protagonista di The Bourne Cospiracy, il videogioco, non era certo quello del famosissimo attore americano.