Attacco hacker ad EA, progetto rinviato: nuova data d’uscita

Gli hacker stanno diventando un serio problema per le case videoludiche, purtroppo costringendo anche EA a rivedere i propri piani futuri.

Hacker e EA
La Eletronic Arts contro gli Hacker: rallentano il processo produttivo. (Fonte dell’immagine: sito ufficiale EA Studios)

In confronto agli anni scorsi, gli Hacker nel 2021, sembrano voler fare guerra alle case videoludiche. Non si sente troppo di rado di nuovi attacchi, che siano ransomwares o DDoS, sono molto più frequenti e rischiano di fare molti danni, anche a discapito dei giocatori.

Eletronic Arts, infatti, ha subito nell’arco di quest’anno vari attacchi hacker, lo scopo non è stato ancora precisato, ma si tratta sicuramente di attacchi mirati a rubare i dati della società, o degli utenti, per venderli o chiedere un riscatto.  Purtroppo però, come conseguenza di questi avvenimenti, alcuni progetti della nota casa videoludica sono stati rallentati, al punto di rimandare una feature molto attesa dai giocatori, in una data non precisata del 2021.

Brutte notizie per Apex Legends: rimandata feature per colpa degli Hacker

Apex Legends e EA
Gli Hacker minacciano il BR. (Fonte dell’immagine: sito ufficiale EA)

Nel 2019, con il lancio di Apex Legends, la EA ha colpito nel segno, dando a tutti gli amanti dei Battle Royal, un ottimo titolo. Questo BR, grazie al suo inconfondibile gameplay, al notevole supporto e alla direzione artistica è riuscito a conquistare un grande bacino di utenza in pochissimo tempo.

Apex Legends è uno dei Battle Royale più importanti in circolazione, con la bellezza di 100 milioni di utenti, di cui 284 mila attivi in contemporanea nelle ultime 24 ore, e stiamo parlando solo di Steam!

Nel 2020 il BR ha ottenuto il tanto amato cross-play, così da permettere agli amici, di raggiungersi e collaborare sul campo di battaglia, anche se giocano da altre console o piattaforme. Purtroppo però, anche se è questa feature permette di giocare da varie console, non è possibile sincronizzare i progressi, rendendo vani gli sforzi dei giocatori.

È appena arrivata la stagione 10 su Apex Legends, e già sono spuntati i primi problemi legati agli hacker. Proprio nel corso di quest’anno, gli sviluppatori erano intenzionati ad implementare la cross-progression. Questa feature permetterebbe di mantenere i progressi di gioco, giocando con lo stesso account, su varie piattaforme. Ma a causa di un attacco hacker, hanno dovuto rinviare il tutto al 2022.

Sembra che un attacco DDoS, abbia provocato non pochi danni alla Respawn Entertainments, e di conseguenza, anche ad Apex Legends. Ryan K. Rigney, direttore delle comunicazioni di EA, ha dichiarato le difficoltà che gli sviluppatori stanno affrontando nell’implementazione della cross-progression, confermato anche da Chad Grenier game director del gioco.

LEGGI ANCHE: Apex Legends banna migliaia di cheater, PlayStation domina

LEGGI ANCHE: CoD Warzone, stagione 5 alle porte: i leak

Non solo a livello software, ma anche a livello legale, sottolineando le diversità giuridiche dei vari paesi e produttori di console.