Forza Horizon 5 avrà persona sullo schermo, il motivo è rivoluzionario

Forza Horizon 5 si prepara a far innamorare i giocatori e le giocatrici. E non solo per la grafica mozzafiato o per le modalità di gioco ma anche per una piccola rivoluzione.

Forza Horizon 5 avrà persona sullo schermo, il motivo è rivoluzionario
Forza Horizon 5 avrà persona sullo schermo, il motivo è rivoluzionario (foto: Microsoft)

Una rivoluzione che farà del quinto capitolo di uno dei giochi più apprezzati del momento forse un punto di svolta riguardo il modo in cui vediamo e percepiamo i videogiochi. Ci sarà infatti per la prima volta una persona in un angolo della schermata di gioco. Un assistente molto speciale che promette di ampliare il pubblico dei videogiochi e di rendere questa forma di intrattenimento sempre più accessibile.

L’assistente che si potrà attivare in basso nello schermo è infatti un traduttore per la lingua dei segni. Non una novità in senso assoluto ma prima di Forza Horizon 5 lo avevamo visto in alcuni titoli per visori VR, che non sono certo mainstream. Microsoft ha però deciso di fare un deciso passo verso l’inclusione e il traduttore è solo una delle caratteristiche che sono state aggiunte a FH5.

Forza Horizon 5, tutti piloti

Forza Horizon 5 avrà persona sullo schermo, il motivo è rivoluzionario
Forza Horizon 5 avrà persona sullo schermo, il motivo è rivoluzionario (foto: Microsoft)

Microsoft vuole che il suo Forza Horizon 5 sia un gioco rivoluzionario. Chi lo ha provato non ha potuto non innamorarsene ma quello su cui vogliamo concentrarci oggi non è la meraviglia che è stata creata ma, come raccontato anche sul blog ufficiale Xbox, le caratteristiche speciali di accessibilità inserite nel gioco.

Così Mike Brown, creative director di Forza Horizon per Playground Games, spiega il percorso di inclusione fatto dal team: “Sin dall’inizio dello sviluppo di Forza Horizon 5, abbiamo deciso che inserire caratteristiche di accessibilità era una nostra priorità. Vogliamo che tutti nel mondo siano in grado di sperimentare il nostro gioco e con una cifra stimata di oltre 400 milioni di giocatori disabili nel mondo è essenziale che tutti i giocatori possano costruirsi il loro gameplay nel modo che funziona meglio per loro“.

Leggi anche -> Battlefield 2042, brutte notizie per chi lo gioca su console

Leggi anche -> Activision acquista studio di sviluppo: lavorerà al nuovo CoD

E per fare ciò, è stato inserito un traduttore per la lingua dei segni americana e inglese (speriamo in un futuro anche per le altre lingue), la possibilità di modificare la velocità del gioco offline, una modalità ad alto contrasto e una per la discromatopsia, la personalizzazione dei sottotitoli e dei font dei menu, la disattivazione degli sfondi mobili, la funzione di sintetizzazione vocale o di dettatura.