Horizon Forbidden West torna in vetta, e non è merito delle patch

Ci sono piacevoli sorprese per i fan di Horizon Forbidden West e le avventure di Aloy. L’esclusiva PlayStation torna in vetta ma non è merito, o magari non solo, delle patch rilasciate dagli sviluppatori.

Con l’uscita di Elden Ring qualcuno ha provato a pensare che il maestoso gioco prodotto da Guerrilla come esclusiva per le console PlayStation avesse già terminato la propria spinta propulsiva. E invece le classifiche di vendita premiano ancora il mondo proibito di Aloy.

Horizon Forbidden West torna in vetta, e non è merito delle patch
Horizon Forbidden West torna in vetta, e non è merito delle patch (foto: Sony)

Si tratta dei dati di vendita del Regno Unito e quindi di una zona circoscritta del pianeta ma ci aiutano comunque a guardare proprio a questo genere di classifiche con una prospettiva diversa.

Horizon Forbidden West torna a vendere

La classifica della settimana scorsa delle vendite nel Regno Unito vede la seconda avventura di Aloy in cima alla classifica scalzando anche Sniper Elite 5 che alla fine di maggio, quando è uscito, invece si era subito posizionato in prima posizione mettendo Horizon Forbidden West al secondo posto.

Horizon Forbidden West torna in vetta, e non è merito delle patch
Horizon Forbidden West torna in vetta, e non è merito delle patch (foto: Sony)

Anche i numeri di Sniper Elite 5 sono interessanti perché il gioco in realtà è disponibile per gli abbonati al Game Pass di Xbox il che significa che a differenza di chi possiede una PS5 o una PS4, non c’è necessità di fare un acquisto consapevole. E anche su questo genere di situazioni potremmo riflettere e discutere per ore. Ma torniamo al magnifico lavoro prodotto da Guerrilla. Il principale motivo per cui Horizon Forbidden West brilla in cima alla classifica delle vendite dei prodotti fisici per le console Sony è che finalmente la console fisica di nuova generazione prodotta da Sony è tornata disponibile in moltissimi negozi e in tante catene di elettronica.

Sembra un po’ una ovvietà ma è chiaro come se si decide di uscire con un videogioco in edizione fisica occorre che ci siano console su cui quel gioco può effettivamente girare. Il che la dice lunga sul modello di business di Sony PlayStation rispetto a Microsoft Xbox, che non sembra preoccuparsi troppo della diffusione o meno delle console di nuova generazione e punta a trovare via alternative per raggiungere i propri giocatori. Sony, dal canto suo, vuole giocatori fidelizzati e in grado di godere appieno della potenza di calcolo della propria console da tenere fisicamente sopra, sotto o vicino a uno schermo.