Investitori denunciano Activision-Blizzard, irregolarità nell’affare con Xbox

L’accordo tra Xbox e Activision non è in realtà ancora concluso ufficialmente, le scartoffie continueranno a girare infatti fino almeno a gennaio 2023 e quindi continueremo probabilmente a sentire di denunce e lamentele dalle diverse parti coinvolte.

Come sta succedendo in questi giorni con un azionista, Kyle Watson, che ha presentato denuncia al Tribunale della California perchè, a detta dei suoi avvocati, l’accordo sarebbe “irregolare sotto molti aspetti” e porterebbe ingiusti vantaggi alle alte sfere della società coinvolta. Un’altra grana che però Activision Blizzard ha già respinto al mittente.

Investitori denunciano Activision-Blizzard, irregolarità nell'affare con Xbox
Investitori denunciano Activision-Blizzard, irregolarità nell’affare con Xbox (foto: Blizzard)

Una grana che però si aggiunge all’altra denuncia già presentata alla stessa Corte e all’indagine del SEC che avrebbe al centro proprio l’acquisizione. Il tutto mentre anche la Federal Trade Commission sta passando al setaccio le scartoffie cui accennavamo.

Activision Blizzard, l’acquisizione della discordia

Purtroppo, continuiamo a dover parlare di Activision Blizzard e di Xbox e dell’operazione di acquisizione stratosferica non per tutti i giochi e le novità che porterà nel mercato ma per gli aspetti più business della faccenda. Aspetti che mostrano come la questione sia tutt’altro che facile da gestire.

Leggi anche -> Creare il logo di Street Fighter 6 costa pochissimo su Adobe

Investitori denunciano Activision-Blizzard, irregolarità nell'affare con Xbox
Investitori denunciano Activision-Blizzard, irregolarità nell’affare con Xbox (foto: youtube)

Poco dopo l’annuncio che Microsoft aveva intenzione di comprare il colosso dei videogiochi era infatti partita la prima indagine da parte della Commissione Federale che si occupa del commercio, seguita a ruota da una seconda indagine con al centro la società guidata (ancora) da Bobby Kotick da parte del SEC, la Security and Exchange Commission. E ora ci si mettono anche gli stessi azionisti Activision e in particolare uno: Kyle Watson. Gli avvocati di Watson hanno infatti accusato gli attori di questa acquisizione di aver orchestrato un piano, questa è la sostanza, badando più ai propri stretti interessi che non a quelli degli azionisti e della società nel suo complesso.

Leggi anche -> Destiny 2, Regina dei Sussurri sarà: “Come The Mandalorian”

E si fa l’esempio delle clausole del nuovo contratto proprio del CEO di Activision Blizzard, al centro ancora di un’altra indagine per il suo presunto voltarsi dall’altra parte mentre nella sua società venivano a quanto pare violati i diritti dei lavoratori, che se venisse licenziato si porterebbe a casa diversi milioni. Quello che gli avvocati di Watson vogliono è un nuovo documento in cui vengano forniti dettagli veri.