Molestie Activision Blizzard, Xbox si schiera con le vittime

Xbox si schiera dalla parte delle vittime che hanno subito discriminazioni e molestie in Activision Blizzard. La situazione è delicata  

molestie Activision blizzard
molestie Activision blizzard (fonte YouTube)

Una delle aziende di videogiochi più famosa al mondo, Activision Blizzard, è sotto indagine in California per molestie. L’accusa arriva direttamente dal Department of Fair Employment and Housing della California per il trattamento riservato alle dipendenti sistematicamente molestate, discriminate o sottopagate. La società ha smentito il tutto, ma vi è stata una rivolta da parte dei dipendenti che hanno protestato fuori dalla sede di Activision a Irvine.

Una lotta che non finirà finché le richieste non verranno pienamente soddisfatte. Viene definito letteralmente un ambiente maschilista e tossico che è stato identificato in modo specifico, come una cultura lavorativa da “frat boy”. Con tale termine ci si riferisce ad un sistema molto simile cioè a quello delle confraternite universitarie. Il tumulto sta completamente travolgendo Activision Blizzard. Al riguardo, Microsoft, ha voluto prendere una posizione ben chiara.

Xbox dalla parte delle vittime per le molestie in Activision Blizzard

Anche Phil Spencer, il capo della divisione del colosso americano Xbox, si è schierato a difesa delle vittime di discriminazione e molestie. Spencr ha scritto su Twitter: “Sono appena uscito da una notevole discussione con Xbox Women in Gaming, dalle quali ho imparato così tanto nel corso degli anni”.

“Voglio condividere il mio sostegno personale per tutti coloro che hanno subito molestie sessuali o discriminazioni. Vi vedo. Siamo con voi”. Ovviamente non vi è alcun riferimento da parte di Spencer nei confronti del caso Activision Blizzard o ancora degli strascichi del caso Ubisoft, che ancora non è stato totalmente risolto. Tuttavia non vi è alcun dubbio che si riferisca a questi casi.

Leggi anche -> The Last of Us serie TV, HBO ha un piano da 1.6 miliardi di dollari

Leggi anche -> Ghost of Tsushima, il DLC Iki Island delude i fan: il motivo

L’appoggio di Microsoft risulta essere molto importante dato che, non solo è uno dei partner più importante di queste aziende, ma ha anche un peso non indifferente. Sfortunatamente, anche Microsoft, nel corso della sua storia ha avuto questa tipologia di problemi. Si tratta però di una delle aziende più all’avanguardia, almeno per quanto riguarda la limitazione e la lotta a questo genere di problematiche. Non resta che attendere l’epilogo della faccenda.