Multa salatissima per gli sviluppatori di League of Legends

Gli sviluppatori di League of Legends sono finiti in grossi guai. Infatti hanno ricevuto una multa davvero enorme!

League of legends
Gli eroi di League of Legends in azione. (Fonte: leagueoflegends.com)

Negli ultimi tempi sono molte le compagnie videoludiche nell’occhio del ciclone. Infatti sembra che molti studi di sviluppo, abbiano un problema comune con le discriminazioni. Ora non si sa quali siano le dinamiche che trasformino questi creativi posti di lavoro in così inospitali, ma si sa bene cosa vi succede.

Infatti sempre più studi stanno ricevendo denunce per discriminazione sul posto di lavoro. Questo sicuramente è dato dal fatto che la notizia della prima denuncia è stata d’ispirazione per tutte le persone che vivevano in questo clima da anni, ma avevano paura di parlare. Alcuni di questi scandali hanno già colpito colossi come Activision Blizzard e Ubisoft. A quanto pare però, un’altra società molto importante del mondo videoludico ha ricevuto una salatissima multa per via dell’atmosfera che si respira nei suoi studi. Stiamo parlando di…

Riot Games: multa per gli sviluppatori di League of Legends

League of Legends
La Riot Games è davvero nei guai questa volta. (Fonte: leagueoflegends.com)

Ormai sono pochissimi a non conoscere la Riot Games. Infatti questa società è una delle più famose in tutto il mondo, grazie ad aver dato i natali a giochi del calibro di: League of Legends, Valorant e Legends of Runeterra. La nota casa di sviluppo al momento è molto impegnata in una faccenda che ha poco a che fare con i videogiochi, ma con i tribunali.

Infatti la Riot Games è al centro di uno scandalo per discriminazioni sessuali all’interno dell’azienda. Questo è un argomento molto dibattuto negli ultimi tempi, visto che sono molte le case videoludiche a dover affrontare la faccenda in questo periodo.

Il caso della Riot Games è risalente al 2018 e dovrà pagare una multa davvero esorbitante per quello che è avvenuto, stiamo parlando di 100 milioni di dollari. Questa cifra è data dall’accordo preso con le parti in causa, da ben 80 milioni e al carico delle spese processuali, di 20 milioni. A portare alla luce questi eventi incresciosi ci ha pensato una class action di oltre 1000 dipendenti, che stanchi degli abusi subiti, hanno deciso di reagire.

Leggi anche -> Star Wars Eclipse, ci sono enormi problemi: lancio a rischio

Leggi anche -> Ecco Project Heaven, XCOM incontra Cyberpunk 2077 – VIDEO

Speriamo comunque che questi casi di discriminazioni e molestie possano finire grazie a notizie come queste, soprattutto nel settore dei videogame, in cui questa piaga si è dilagata per troppo tempo.