Presentata richiesta ufficiale per uccidere i criminali tramite una AI: l’assurda proposta ora in valutazione

La proposta giunge dal dipartimento di Polizia di San Francisco negli Stati Uniti: utilizzare i robot e l’intelligenza artificiale come opzione di forza mortale nei casi in cui il rischio di incolumità fino al rischio di possibile decesso di cittadini o ufficiali, in situazioni di particolare complessità e pericolo, sia elevato. Scopriamo tutti i dettagli della proposta.

SFPD AI Robot Killer VideoGiochi.com 1 Dicembre 2022
Un robot impiegato in azioni di Polizia – VideoGiochi.com

E’ una proposta che fa discutere: utilizzare l’intelligenza artificiale e la robotica come opzione di forza mortale contro criminali nelle operazioni di Polizia. Giunge dall’SFPD, il dipartimento di Polizia di San Francisco, ed al momento in cui scriviamo si tratta ancora di una bozza, in fase di discussione. Ed il dibattito, com’era prevedibile, si é immediatamente acceso, come un fuoco in un pagliaio. 

Il dipartimento che ha avanzato la proposta, per il tramite di un portavoce rappresentante, ha specificato: “Saranno utilizzati solo come opzione di forza mortale quando il rischio di perdita di vite umane per membri del pubblico o ufficiali è imminente e supera qualsiasi altra opzione disponibile”. 

Ed il loro compito, a quanto emerge, sarà proprio quello di disfarsi del criminale ed eventualmente di rendere innocui ed inoperativi gli strumenti ed i veicoli che potrebbe utilizzare, fino ad impiegare, appunto, opzioni di “forza mortale”. Dunque si é parlato di soluzione estrema, in caso di assoluta e comprovata mancanza di alternative, quando il rischio di perdita di vite umane sia imminente ed elevato. Ma non mancano preoccupazioni riguardo alla possibilità che il metodo rischi di diventare un modus operandi di tipo standard.

Come utilizzare robot e droni nelle scene del crimine

SFPD Robot Killer VideoGiochi.com 1 Dicembre 2022
“Robocop” é un film del 1987 diretto dal regista Paul Verhoeven, in cui un poliziotto assassinato durante un’operazione viene trasformato in cyborg – VideoGiochi.com

La proposta prevede di utilizzare i robot e l’intelligenza artificiale comandandoli da remoto, equipaggiarli con armi, ordigni ed esplosivi e dunque, tramite un robot oppure un drone, inviarli nei luoghi teatro del crimine. 

Certo gli scenari che si prospettano immediatamente alla nostra immaginazione ci riportano a film polizieschi futuristici, caratterizzati da violenza, freddezza, spietatezza, in cui il valore della vita umana, anche quella di criminali ed aggressori, viene ritenuto nullo o finanche immeritato. 

Ma, al netto delle suggestioni emotive e dei rischi di disumanizzazione delle operazioni di contenimento del crimine (senz’altro da vagliare con attenzione somma), é ancora da comprendere se e come una possibilità d’impiego della robotica e dell’intelligenza artificiale di questo tipo verrà innanzitutto realmente approfondita e sviluppata. E, nel caso, in che modo la si normerà per garantire che non vengano in alcun modo calpestati i diritti fondamentali della Legge a tutela, é essenziale ribadirlo, di ogni essere vivente.