Ecco Showa American Story, Dead Rising con le waifu – VIDEO

Se vi piace l’idea di un titolo ispirato alla grafica della PlayStation 2 dovete tenere assolutamente d’occhio Showa American Story.

Si tratta di un gioco d’azione con elementi GDR prodotto dal team di sviluppo NEKCOM e pubblicato da 2p Games con una spruzzata abbondante di assurdità e follia. Un titolo che si preannuncia molto amato dai nostalgici soprattutto per la atmosfera fortemente ispirata agli anni ’80 senza però tralasciare l’adrenalina del combattimento, a quanto pare caotico quanto basta.

Ecco Showa American Story, Dead Rising con le waifu - VIDEO
Ecco Showa American Story, Dead Rising con le waifu – VIDEO (foto: Steam)

La presentazione è stata affidata ad un trailer in cui tanti hanno rintracciato non soltanto l’assurdità dei prodotti firmati suda51 ma anche un po’ di Fallout e di Dead Rising.

Showa American Story, zombie nell’America nipponica

La premessa di questo nuovo action in arrivo per PC, PlayStation 4 e PlayStation 5 l’abbiamo già vista. In un certo momento della storia dell’umanità una catastrofe trasforma buona parte del genere umano in cadaveri ambulanti ma questa è solo metà della premessa, il vero tocco di genio è quello che gli sviluppatori hanno immaginato sia accaduto prima dell’arrivo dell’apocalisse zombie: gli Stati Uniti sono diventati colonia giapponese e non con una conquista militare ma sborsando milioni e milioni di dollari. L’apocalisse zombie è quindi solo parte di questo mondo assurdo in cui una ragazza a un certo punto si risveglia dal mondo dei morti armata di katana (ma non solo) e cerca di capire che cosa è successo.

Leggi anche -> Se ti piace The Last of Us devi vedere questo film su Sky

Ve l’avevamo detto che c’era un po’ della follia che contraddistingue i prodotti di suda51. Il trailer è stato diffuso un paio di giorni fa e viaggia già a oltre 190 mila visualizzazioni. Come notato in alcuni dei commenti al video apparso sul canale YouTube dei colleghi di IGN, forse l’aspetto più interessante non è tanto la premessa di una colonizzazione culturale dei Giapponesi su suolo americano quanto il fatto che poi a sviluppare il prodotto è un team indipendente cinese. Quando si dice la globalizzazione.

Leggi anche -> Super Mario diventa gioco PS5 in questa pubblicità illegale – FOTO

Tra l’altro proprio il trailer ricorda un po’ certi video musicali giapponesi in cui le immagini e la musica non sono sempre logicamente allineati aumentando a dismisura la sensazione di un prodotto che ha deciso di non prendersi per niente sul serio e farci semplicemente morire dal ridere. Del resto in un gioco in cui a un certo punto appare un tizio con una trivella tra le gambe la reazione non può che essere quella.