3D senza occhiali? Ora è possibile, grazie al monitor Acer SpatialLabs

Il portale di tecnologia Multiplayer ha testato la tecnologia 3D stereoscopica di Acer, sviluppata in collaborazione con SpatialLabs, azienda specializzata in pannelli 3D. Le applicazioni principali sono senz’altro il gaming e l’intrattenimento, ma anche professionisti impegnati in diversi ambiti, come il design d’interni, potranno avvantaggiarsi della tecnologia per aggiungere un tocco di realismo immersivo ai loro lavori. Scopriamo tutti i dettagli.

Acer SpatialLabs 3D VideoGiochi.com 21 Dicembre 2022
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

Multiplayer, portale online specializzato in tecnologia, ha di recente potuto testare in anteprima il laptop per il gaming Predator Helios 300 di Acer, che sul mercato farà il suo debutto all’inizio del 2023, e due monitor, lo SpatialLabs View e lo SpatialLabs Pro di Acer, progettati rispettivamente per i gamers e per i professionisti.

Lo scopo era di testare la resa della nuova tecnologia stereoscopica in 3D di Acer, sviluppata in collaborazione con SpatialLabs, azienda specializzata in pannelli 3D e di recente acquisita dal colosso di Taiwan, senza l’utilizzo di alcun visore oppure occhiale per aumentare la percezione di tridimensionalità offerta dagli schermi. 

Ed il risultato, in base a quanto dichiarato dal portale Multiplayer, é stato senz’altro di stupore e convincente, definito senza mezzi termini “impressionante”, con la sensazione che i modelli tridimensionali testati escano letteralmente dallo schermo, resa possibile anche attraverso la tecnologia di Eye Tracking sviluppata da Acer per la regolazione e centratura dell’immagine in tempo reale.

Le caratteristiche tecniche principali dei dispositivi testati

Multiplayer Acer SpatialLabs 3D VideoGiochi.com 21 Dicembre 2022
Fonte: Pixabay – VideoGiochi.com

I tre dispositivi testati da Multiplayer montano tutti un display da 15,6 pollici con risoluzione 4K. I pannelli sono stati perfezionati ed i sensori hanno il compito di rilevare il nostro capo e dunque di regolare le immagini in base alla distanza delle nostre pupille. Quindi i pannelli creano due immagini degli stessi elementi, una per ciascun occhio, che poi il nostro cervello ricompone insieme “suggerendoci” la loro tridimensionalità senza bisogno di ricorrere a visori o occhialini.

Il pannello Acer SpatialLabs ha un tempo di risposta di 30 ms, con angoli di visuale orizzontale e verticale di 170 gradi ciascuno. Supporta 1.07 miliardi di colori, con un contrasto di proporzione 1200:1 ed una luminosità di 323 Nit. Come dicevamo, la tecnologia di SpatialLabs va in accoppiata con il modulo di Eye-Tracking di Acer.

In quanto ai videogiochi compatibili per il 3D, Acer e SpatialLabs hanno aggiornato, al momento, oltre 50 titoli ed altrettanti sono attualmente in fase di aggiornamento, con un regime al ritmo di un nuovo titolo a settimana. Tra i campioni di incassi: Forza Horizon 5, God of War e Red Dead Redemption2.